Wanna Marchi e la figlia Stefania Nobile sono stati ospiti di “Live #nonèladurso”, programma tv di Canale 5 durante la quale hanno affrontato gli ospiti in studio (da Alessandro Cecchi Paone a Mauro Coruzzi). Un due contro tutti che ha riservato momenti di tensione ma anche di pentimento. La Marchi e la Nobile, come saprete, hanno scontato la loro pena, sono state in carcere e hanno pagato per gli errori commessi in passato.

Wanna Marchi, tra l’altro, sollecitata da Barbara d’Urso, ha voluto lanciare questo importante messaggio:

Chi chiama un mago sbaglia, è un deficiente. Non ha capito niente perché la vita non ve la può risolvere un mago. Nella vita ci vuole lavoro e onestà che io, per un momento, ho perso.

Poche parole che mostrano un pentimento da parte della Marchi verso le tante persone che, secondo i giudici, sarebbero state raggirate dalle loro televendite. 

Madre e figlia, poi, hanno spiegato di aver dovuto lasciare l’Italia (poiché in molti continuavano a giudicarle per il loro passato, per i loro reati) e, dunque, di essere andate a vivere in Albania. Stanno tentando di ricostruirsi una vita e così si sono date alla gestione di locali.

E Wanna Marchi? Sempre in cucina, la sua più grande passione.