Vasco Rossi può finalmente andare in pensione. Questo non significa – badate bene – che non canterà più. Anzi. Dopo 66 anni e dopo aver pubblicato la bellezza di 17 album in studio, 10 album dal vivo e ben 5 raccolte ufficiali, Vasco Rossi può finalmente godersi la sua pensione maturata dopo 40 anni di contributi pagati all’Enpals, ex ente di previdenza degli artisti che adesso è confluito nell’Inps, come scrive il quotidiano La Stampa.

Con 30 milioni di copie vendute, d’ora in poi potrà rilassarsi e dedicarsi anche ai suoi hobby. Come già anticipato, questo non significa che smetterà di salire sui palchi italiani. La musica rimane il suo principale interesse, la sua vita. Una passione a cui non intende di certo rinunciare. E infatti nel 2018 tornerà a cantare dal vivo con la seconda parte della sua tournée (la prima è stata un successo). “Tranquilli, non ho alcuna intenzione di fermarmi”, con queste parole pubblicate sui social Vasco Rossi ha voluto tranquillizzare i suoi fan. Poi ha condiviso una strofa della sua canzone “Come vorrei”: “Io non mi muovo, io resto qui, sarebbe molto più semplice per me andare via”.

Insomma, va in pensione ma non abbandona la scena musicale. Vasco Rossi è più carico e più forte di prima!.