A 97 anni è morta, dopo una vita spesa in palcoscenico, Valeria Valeri. Una grande attrice, voce del teatro italiano e massima esperta del genere brillante boulevardier. Una delle attrici più amate del teatro e della televisione italiane, ha debuttato ventenne ed è scesa dal palcoscenico solo qualche anno fa.

A dare l’annuncio della morte della donna, nata a Roma nel 1921, è la figlia Chiara Salerno frutto dell’amore con l’attore Enrico Maria Salerno. In tanti anni di carriera ha calcato i principali teatri italiani e internazionali abbinando opere impegnate con testi di Giraudoux, Cechov, Dostoevskij ad altri più leggeri e comici.

Una vita passata in teatro ma che spesso ha incontrato anche la televisione partecipando con Salerno alla fiction La famiglia Benvenuti, interpretando la mamma di Gianburrasca con Rita Pavone e la regia di Lina Wertmueller fino alla sua partecipazione come nonna in una delle ultime stagioni del Medico in Famiglia dove ha ritrovato colleghi storici come  Lino Banfi e Milena Vukotic.

All’attività di attrice ha sempre abbinato quella di doppiatrice per il cinema prestando la voce a Natalie Wood, Ellen Burstyn, Maggie Smith, Marina Vlady, Betsy Blair e pure alle eroine televisive di «Capitol» e «Beautiful».

Un’attrice che ha saputo sempre mettersi in gioco e sperimentare, come nel 2008 quando partecipò al musical con i ragazzi di Amici di Maria de Filippi. L’ultima apparizione è datata 16 gennaio 2016 quando ha partecipato allo show del sabato sera di Rai 1, Sogno o son desto con Massimo Ranieri.