Lo storico appuntamento del Palio di Siena andrà in onda su Rai 2 anche nel 2019 ma non mancano le polemiche verso la manifestazione. Da qualche anno, nel giorno del Palio, nei social scoppia la polemica con molti utenti che ritengono la manifestazione vetusta e troppo violenta per i cavalli: dal 2000 a oggi sono 8 gli animali morti durante il Palio di Siena.

Lo storico appuntamento con il Palio di Siena torna in diretta su Rai2 giovedì 16 agosto a partire dalle 18.15,  in collegamento da Piazza del Campo, Annalisa Bruchi conduce la telecronaca della celebre corsa dei cavalli. La diretta vede la partecipazione di Giovanni Mazzini storico di storia medioevale, ed è arricchita da contributi filmati ed interviste. Nel prossimo Palio di venerdì 16 agosto competono tra loro dieci contrade: Aquila, Pantera, Bruco, Torre, Oca, Onda, Drago, Istrice, Selva, Chiocciola.

Come sempre sarà un Palio molto combattuto non solo per la presenza di due coppie di rivali in campo – Aquila e Pantera, Torre ed Oca – ma perché alcune tra le Contrade che saranno sul campo hanno particolare fame di vittoria. L’Aquila che è la Contrada “nonna” non vince da più tempo di tutte: ben ventisette anni.

La Chiocciola non assapora il gusto della vittoria da venti anni e lo scorso 2 luglio dopo tre giri in testa si è vista negare la vittoria per una manciata di centimetri; la Pantera non vince da tredici anni e il Bruco da undici. Tutte a combattere per aggiudicarsi il Drappellone dedicato per l’occasione alla Madonna dell’Assunta, realizzato da Maurilio Manara, detto Milo, tra i più celebri fumettisti italiani del dopoguerra.