Il cancro è una catastrofe. Il cancro è una sfiga, un inferno che ti toglie la serenità per sempre. Il cancro provoca sofferenze, è quel mostro che ti entra dentro e si impossessa di tutto senza che tu possa rendertene conto. A volte in pochissimo tempo. Un mostro che ti toglie il fiato, che rende tristi gli anni più belli della nostra vita, penso ad esempio ai bambini costretti a stare in ospedale. Chi ha un cancro non lo vive di certo come “un’occasione o un’opportunità”. No, non lo è.

C’è chi ha perso un familiare a causa del cancro e quelle parole - “sono riuscita a trasformare quello che tutti considerano una sfiga, il cancro, in un dono”fanno male. Dietro c’è la sofferenza, ci sono le storie di chi ha combattuto fino all’ultimo e non ce l’ha fatta.

Non serve generalizzare: ogni esperienza è diversa. Ogni storia è a sé stante. La tua, per fortuna, sta proseguendo nel migliore dei modi ed è bellissimo il messaggio che, sono certo, hai voluto lanciare, che è quello di reagire, di non lasciarsi sconfiggere dalla malattia. Di combattere quel mostro con il sorriso, con la determinazione, con il coraggio. E soprattutto con la voglia di vivere. Ma, ti prego, non parlare di dono.

Cara Nadia, quando dici “non sospendiamo la vita per colpa del cancro, non diamogliela vinta, dobbiamo sorridere sempre” hai tutto il nostro appoggio. Anzi, ti ringraziamo per queste parole. Abbiamo apprezzato il tuo coraggio di mostrarti in tv con la parrucca, di condividere gioie e dolori coi tuoi fan.

Il tuo libro, la tua creatura, “Fiorire d’inverno”, siamo sicuri che sarà un successo, che segnerà la tua rinascita, il tuo riscatto – perché stai facendo di tutto per sconfiggere il cancro, quel mostro – ma non parlare di dono. No, non lo è.

View this post on Instagram

Ecco qui Ragazzi, in questo libro vi spiego come sono riuscita a trasformare quello che tutti considerano una sfiga, il #cancro, in un dono, un’occasione, una opportunità. A come riuscire a fiorire d’inverno cioè nel periodo più difficile dell’anno. La stagione più fredda quando tutti dormono, non vivono. Stanno chiusi. Aspettano. E come invece abbia scoperto che questo sia diventato il momento più speciale e unico. Una creatura, questo libro, nata nel periodo più difficile della mia vita eppure vi inonderà di gioia. Lo troverete pieno d’amore. “FIORIRE D’INVERNO.perché non ho mai sospeso la vita per la malattia, per il cancro e nessuno dovrebbe farlo. Ecco come ci sono riuscita io. 💪🏻 E se ci sono riuscita IO......CI può riuscire chiunque. Infatti sorrido ogni giorno di più alla vita. Strano eh?! Inaspettato direi. Aspetto di sapere cosa ne pensate della storia mia vita, raccontata in questo libro in cui c’è tutta la mia intimita’ in cui vi apro il mio cuore ❤️ un abbraccio fortissimo dalla vostra N. #buonagiornataatutti #fiorireD’Inverno #inno AllaVita #nonSospendiamo la vita per colpa del #Cancro non diamogliela vinta 💪🏼 #sorridere sempre perché noi siamo più forti. #trasformare il#cancro in un dono è possibile #💪🏻💪🏻 💪🏻 Sono stata messa alla prova con la sfida più difficile della mia vita. Non si sa chi vincerà. Vivendo lo scoprirò controllo dopo controllo tra qualche anno. Chi ha il cancro sa di cosa parlo. 👍🏻 Aspetto di sapere cosa ne pensate della storia mia vita in un libro in cui c’è tutta. non sospendiamo la vita per colpa del Cancro. non diamogliela vinta 💪🏼 dobbiamo sorridere sempre #buonagiornataatutti

A post shared by nadia toffa (@nadiatoffa) on