Carolina Stramare è Miss Italia 2019. La ventenne di Vigevano (PV), è la vincitrice dell’edizione numero 80 del Concorso.  È stata eletta in diretta su Rai 1, nella trasmissione condotta da Alessandro Greco dal PalaInvent di Jesolo, con il 36% delle preferenze. La finale di Miss Italia è tornata su Rai Uno e non sono poche le critiche che dobbiamo fare alla diretta televisiva, con una regia sempre poco pronta a collegare il racconto con le immagini in uno show preparato in poco tempo ( e si vedeva). La conduzione di Alessandro Greco è ferma agli anni ’90 ma i suoi occhi brillanti e pieni di gioia per quest’opportunità ricevuta facevano dimenticare anche le frasi di circostanza e le freddure non sempre riuscite. Buona l’idea di avere un tavolo della giuria, come nei talent, dove i volti del quotidiano di Rai Uno hanno potuto aiutare Greco nella conduzione mentre una spalla come Tosca d’Aquino forse sarebbe stata utile anche in video e non solo come voce fuori campo: la mancanza di uno storytelling degli autori è stata evidente con ospiti e momenti completamente distaccati uno dall’altro.

In finale con il numero 3, Carolina è nata a Genova il 27 gennaio 1999. Alta 1,79, occhi verdi e capelli castani, è diplomata al liceo linguistico, frequenta un corso di formazione grafica e progettistica all’Accademia di Belle Arti di Sanremo. Lavora come modella e pratica equitazione a livello agonistico. La sua famiglia è composta dal papà  Romeo, dai nonni materni Elena e Gianni… e da un barboncino di 4 kg di nome Patrizia.
Da un anno è orfana di madre. “Per me era oltre che una madre era un’amica vera – racconta – e nonostante la sua assenza, la sento vicina. Sono fermamente convinta che la forza che mi accompagna ogni giorno da un anno a questa parte sia tutta merito suo”.

Carolina Stramare lavora da circa tre anni come modella e segue l’attività di famiglia. Il nonno paterno, circa settant’anni fa, aprì un negozio d’arredamento in Liguria, gestito dal padre. Carolina pratica equitazione a livello agonistico (salto ad ostacoli) dall’età di nove anni e nuoto.

Ama cucinare, segue la moda e partecipa ad eventi e sfilare. Adora viaggiare, perché “nulla – dice – ti arricchisce come un lungo viaggio”.  Adora inoltre trascorrere il tempo libero con la famiglia, le amiche e il fidanzato.  Carolina ha vinto ‘in rimonta’: eliminata in un primo momento dal televoto è stata poi ripescata dalla giuria presieduta da Gina Lollobrigida. Seconda classificata Serena Petralia, con il numero 20, terza la veneta di origini cingalesi Sevmi Fernando, in gara con il numero 62. Come lei, anche Miriam Leone nel 2008 era stata ripescata dalle compagne e poi aveva vinto Miss Italia.

Con Carolina Stramare, la Lombardia conquista il titolo per l’undicesima volta nella storia del Concorso. Ultima prima di lei Rosangela Bessi, che aveva conquistato la fascia 29 anni fa, nel 1990. Assieme alla Sicilia la Lombardia è la Regione che ha collezionato il maggior numero di titoli. Seguono il Lazio con 10, il Veneto con 6, il Friuli e la Calabria con 5, il Piemonte, la Toscana e le Marche con 4, la Campania con 3, l’Emilia Romagna, la Liguria, la Sardegna e l’Umbria con 2, la Puglia e l’Abruzzo con una sola miss.

Carolina Stramare era arrivata alle prefinali con la fascia di Miss Lombardia e, nei giorni scorsi, aveva conquistato la fascia nazionale di Miss Kissimo Biancaluna 2019, che ora dovrà cedere a un’altra concorrente.

Miss Italia 2019: vince Carolina Stramare FOTO