Marco Carta, che da poco ha fatto outing a “Domenica Live”, è stato ospite di “Vieni da me”, il programma Rai di Caterina Balivo, dove ha parlato anzitutto della sua adolescenza e soprattutto del (mancato) rapporto col padre:

Non ho avuto un padre, non mi ha dato esempio. La mia famiglia ha sempre parlato bene di lui per paura di dipingerlo male, ma mi rendevo conto che era per non farmi sentire diverso. Mio padre non mi ha voluto conoscere, è morto quando avevo 8 anni ma anche prima non ha mai voluto avere rapporti con me. Un giorno che dovevamo finalmente incontrarci, l’ho aspettato diverse ore fuori casa ma lui non si è mai presentato. Quando ho capito che non sarebbe mai arrivato, ho pianto tantissimo e sono andato a nascondermi nel caminetto, per sentire un po’ di calore. Aveva un’altra famiglia con un altro figlio. Ho conosciuto mio fratello Alessio tardi, ma nel tempo abbiamo recuperato. È un’eredità molto grande che mi ha lasciato mio padre. Durante l’adolescenza ignoravo la presenza paterna per la tanta rabbia che provavo, da un paio di anni ho capito che anche lui avrà avuto i suoi motivi. Ora sono felice.

E a proposito di felicità, a chi lo ha criticato per avere fatto coming out proprio adesso, negli studi Mediaset, ospite da Barbara d’Urso, lui ha risposto così:

Prima tutti mi ripetevano che dovevo dirlo, nel momento in cui ho fatto coming out mi hanno chiesto perché lo avessi fatto. Nessuno è mai felice, ma io ora lo sono.