Ospite di Mara Venier, Gabriel Garko ha raccontato a “Domenica In” cosa è accaduto dopo l’incidente al Festival di Sanremo 2016. Queste le sue parole:

Per fortuna mi hanno messo affianco uno psicologo che mi ha aiutato a superare il trauma. Mi sono svegliato la mattina ed ero sotto le macerie e in mezzo alle fiamme. Sono riuscito a uscire da solo. Per un periodo non riuscivo a stare al buio e a passare sotto le porte.

Poi ha raccontato dell’amore per il suo lavoro:

Amo tanto il mio lavoro, quanto il rispetto della mia privacy. Ci sono cascato anch’io con i social, ho dato troppo. Bisogna mantenere degli equilibri. Non mi possono giudicare sulla vita personale. La gente dovrebbe guardarsi di più allo specchio. Gli attacchi vengono fatti da persone ferite che non ce l’hanno fatta e sputano veleno addosso agli altri. Siamo arrivati in un periodo in cui manca il rispetto per gli altri. Non c’è più empatia. Ho 46 anni, faccio questo lavoro da 30, di batoste ne ho ricevute. A volte ho pianto. Mi fa male il tradimento dalle persone che credi amiche.

Infine ha parlato del suo amico a quattro zampe:

È stato il mio compagno di vita per 7 anni. Chi è cresciuto con gli animali è una persona migliore. Ti responsabilizzano. Ho avuto il mio primo cane a 4 anni.