3 ottobre 2013: un’imbarcazione carica di migranti affonda a poche miglia dal porto di Lampedusa. 368 morti, 20 dispersi. Una delle più grandi tragedie in mare del secolo. A sei anni di distanza il film documentario “Where are you? Dimmi dove sei” stasera, giovedì 3 ottobre alle 23.15 Rai3 ricorda questa tragedia.

La tragedia è diventata il simbolo delle tante altre che in questi anni hanno costellato il Mediterraneo. E anche quest’anno il 3 ottobre, data in cui si celebra la Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’immigrazione

Ma il dramma delle morti in mare non si ferma. Nove mesi dopo, il 13 luglio 2014, il fotografo Massimo Sestini  è a bordo di un elicottero della Marina Militare al largo della Libia e scatta dall’alto una straordinaria foto di un barcone carico di migranti. Il suo scatto fa il giro del mondo, diventata l’icona della crisi migratoria nel Mediterraneo e viene premiato al World Press Photo, il più prestigioso riconoscimento nel settore del fotogiornalismo. Where are you? è la storia di questa foto, delle ricerche del fotografo che per cinque anni cerca gli uomini, le donne e i bambini che erano a bordo di quel barcone. Dove sono oggi? Qual è la loro vita? Hanno realizzato il loro sogno di un’esistenza migliore?

Non sarà l’unico appuntamento sul tema migranti in tv sia nelle reti Rai che in quelle commerciali, anche le ONG per l’occasione pubblicheranno ricerca e report sulla crisi migratoria. Una giornata fatta per ricordare, una giornata istituita per riflettere e affrontare una delle problematiche più tragiche degli ultimi anni.