Diana è stata la principessa del popolo che più ha rivoluzionato la monarchia nel ’900, grazie alla sua forza e al suo essere una donna moderna e culturalmente indipendente ha permesso oggi alle principesse di mezza europa di vivere in maniera più moderna. Una vita, seppur breve la sua, che ha segnato profondamente la storia europea e mondiale. Una principessa che non si è mai tirata indietro nel utilizzare la propria popolarità per gli ultimi, i più deboli, quelli che il mondo non voleva vedere e allo stesso tempo non ha disdegnato il lusso e i party dell’alta società. Una vita quasi perfetta, il matrimonio nella famiglia reale inglese, i figli ma poi anche il divorzio da Carlo e i nuovi amori fino a quella notte di Parigi dove perse la vita in un incidente stradale.

A 22 anni dalla drammatica scomparsa della Principessa del Galles, LA5 ricorda Diana Frances Spencer e racconta l’inesauribile fascino della Casa Reale britannica con due serate – realizzate da VideoNews, a cura di Lavinia Orefici – in onda sabato 31 agosto e martedì 3 settembre, in prime-time.

La prima serata intitolata LADY D andrà in onda stasera, sabato 31 agosto, alle 21.15.In soli 36 anni di vita, Diana ha lasciato di sé un segno indelebile. Nata Spencer, una delle più antiche e importanti famiglie inglesi, da diverse generazioni strettamente connessa con la Famiglia Reale, nel 1977 conosce il Principe Carlo, con il quale si fidanza e si sposa nel 1981.

A partire dalla metà degli anni Ottanta, dopo la nascita di William e Henry, diventa madrina di numerosi enti di beneficenza, sviluppa un forte interesse per cause comel’AIDS e la lebbra, visita malati in tutto il mondo, appoggia campagne per la difesa degli animali e contro l’uso delle armi, ricopre il ruolo di madrina e portavoce di associazioni benefiche che lavoravano con senzatetto, giovani, tossicodipendenti e anziani, diventa presidente del Great Ormond Street Hospital for Children di Londra.

«Lady D» ne ripercorre la breve ed iconica storia, ricca di fascino, fragilità, paparazzi, gossip ed incredibili outfit, ricordandone l’ultima estate e l’ultima telefonata ai figli. In studio, con Lavinia Orefici, il direttore del periodico Novella 2000 Roberto Alessi.

STILE REALE sarà il titolo del secondo appuntamento in onda martedì 3 settembre alle 21.15. Matrimoni e nascite, corse di cavalli e red carpet, celebrazioni storiche e scandali, morti premature e tanto charme, da sempre alimentano l’interesse dei media per la Casata Mountbatten-Windsor, Sua Maestà Elisabetta II compresa. «Stile Reale» mette in fila gli eventi più noti e li illumina punto per punto: dalle polemiche legate al caso Epstein che vedono coinvolto il Principe Andrea, alle costose vacanze di Harry e Meghan di questa estate; dal vestito del battesimo indossato per ultimo dal piccolo Archie, ai colori sgargianti degli abiti di HRH; dal clamoroso guardaroba di Meghan, all’arte del riciclo degli abiti by Kate; dagli stili quanto mai distanti delle due ex commoners, oggi Principesse, ai loro abiti da sposa; dall’eleganza degli uomini di Corte (Carlo, William, Henry), ai Gioielli della Corona; dai Royal Tour, alla modernità della Casa Reale; dal Vogue by Markle all’influenza dei Fab Four - William, Kate, Harry, Meghan – sempre amati ed imitati, anche se (forse) meno uniti di un tempo. In studio, con Lavinia Orefici, il direttore del periodico Nuovo Riccardo Signoretti.