Arisa, ospite di “Verissimo”, il salotto pomeridiano di Canale 5 condotto da Silvia Toffanin, ha parlato per la prima volta dopo la partecipazione al Festival di Sanremo:

L’ultima sera avevo 39 di febbre, ma nessuno mi ha chiesto se volevo rimanere a letto perché avrei risposto di sì…ma il dovere è il dovere. Sono molto grata di come il pubblico abbia accettato questa cosa e rimango sempre sconcertata dall’amore che mi accorgo di avere intorno.

Sulla vittoria a sorpresa di Mahmood, che tanto ha fatto discutere, ha dichiarato:

Credo sia stata una vittoria giusta. Ho parlato con lui e ho trovato la sua canzone vera, nuova e che rispecchia quello che succede nel mondo in questo momento. Sono molto felice che abbia vinto e gli auguro anche di trionfare all’Eurovision.

In merito, invece, alla polemica di Ultimo sul meccanismo delle votazioni (il voto della stampa ha ribaltato il risultato finale; secondo il televoto avrebbe dovuto vincere Ultimo e non Mahmood), Arisa ha detto:

Penso che la votazione si deve dividere in tre parti, così come è già adesso. È perfetta così. Bisogna dare spazio a tutte le componenti e ritengo che in questo Festival ci sia stata democrazia, più di quanto si pensi.