Nuovo album e nuovo tour nel 2016 per Zucchero: l’artista di Reggio Emilia inizierà così l’anno nuovo, con un nuovo lavoro in studio di inediti e dieci date fisse nella cornice dell’Arena di Verona.

Dieci date che festeggeranno la sua longeva carriera – che conta oltre 60 milioni di dischi venduti nel mondo – e che presenteranno in anteprima mondiale il nuovo album, la cui uscita è prevista per il maggio 2016. Zucchero Fornaciari ha scelto Verona per tornare a suonare e lo farà dal 16 al 28 settembre 2016 con degli unici, inediti, appuntamenti: “Sicuramente canterò le canzoni dell’ultimo album che uscirà e insieme quelle che tutti conoscono” ha spiegato l’artista “ma vorrei anche fare quelle che mi segnalano attraverso i social e che non faccio da tanto tempo“.

Quelli del 16, 17, 18, 20, 21, 23, 24, 25, 27 e 28 settembre 2016 saranno infatti gli unici appuntamenti che l’artista ha previsto per l’Italia per tutto l’anno nonché prime tappe del tour che vedrà lo stesso girare tutto il mondo. “Dallo speciale rapporto di Zucchero con la Città di Verona e con il prestigioso anfiteatro veneto” si legge nel comunicato condiviso sulla pagina Facebook dell’artista “nasce l’idea di ripercorrere con 10 straordinari show in Arena i momenti più significativi di una carriera unica (suggellata da oltre 60 milioni di dischi venduti nel mondo), tra le cui pagine spiccano le gemme del capolavoro “Oro incenso e birra”, uno dei dischi più importanti della storia della musica del nostro Paese, nonché uno tra gli album italiani più venduti nel mondo, con oltre otto milioni di copie.

Arena di Verona che ha ospitato anche sette date del sold out del Chocabeck Tour nonché quello che lo stesso considera “uno dei più bei posti al mondo per fare musica”: durante ciascuna delle dieci serate Zucchero metterà in scena uno spettacolo unico che vedrà la partecipazione di un ospite speciale, per un’esperienza unica ed irripetibile ad ogni concerto.

Il 19 settembre vi sarà l’evento speciale “TwitterArena” – organizzato dal partner ufficiale per le 10 date, appunto Twitter – dove alcuni artisti emergenti – tra coloro che si sono distinti maggiormente sulla piattaforma – si esibiranno sul palco: oltre a loro parteciperanno anche influencer e personaggi del mondo dello spettacolo. Il 26 settembre, invece, il palco dell’Arena lascerà spazio a uno o più artisti, scelti tra coloro che si stanno facendo maggiormente largo nella scena musicale delle giovani proposte, un tributo che lo stesso Zucchero ha voluto per dare così “spazio alla nuova generazione di artisti italiani e internazionali”.

Uno spettacolo diverso ogni sera che, oltre agli ospiti, vedrà omaggi a colleghi scomparsi come Pavarotti, Amy Winehouse e Pino Daniele: “Alcuni saranno anche nel disco, altri sono amici storici con cui ho già collaborato, ma strada facendo verranno idee e contatti: preferirei che le cose non fossero studiate troppo in anticipo e a tavolino. Quasi preferirei che venissero tutti in treno, così sfatiamo il mito che gli artisti debbano sempre avere una corte: ci troviamo lì la sera prima del concerto e decidiamo insieme cosa fare, questa è la cosa più spontanea“.

I biglietti sono disponibili sui circuiti TicketOne e coloro che acquisteranno il proprio ticket sul sito ufficiale del circuito entro il 31 dicembre 2015 riceveranno una SUGAR CARD, ovvero la card memorabilia che – oltre all’ingresso per il concerto – fornirà all’acquirente l’opportunità di usufruire di sconti su viaggi, hotel, ristoranti e le numerose attrazioni turistiche offerte dalla città di Verona oltre che altrettanti vantaggi e contenuti extra.

Zucchero 10 Show Arena di Verona

Zucchero a Verona: le iniziative collaterali nella città

Oltre alle dieci date della città, nei pressi dell’Arena di Verona vi saranno delle iniziative collaterali per consolidare ulteriormente il rapporto tra Zucchero e la città: per questo verrà allestita anche una mostra interamente dedicata all’artista, “una retrospettiva per celebrare, attraverso immagini e parole, una tra le carriere più importanti della musica italiana e non solo”.

Un’occasione, questa, per rivivere le numerose tappe e i momenti di grande successo legati agli oltre trent’anni di attività del bluesman italiano sin dagli esordi: come se non bastasse, durante queste due settimane di concerti, le vie del centro di Verona verranno “animate” da alcuni tra i migliori musicisti di strada italiani che reinterpreteranno e suoneranno le canzoni dell’artista.