Non sappiamo ancora se quello di Zoolander 2 può essere considerato un progetto assennato che ha qualcosa di aggiungere all’originale, divenuto oramai un vero e proprio cult, però bisogna ammettere una cosa: Ben Stiller sa come impostare una campagna pubblicitaria.

Alla Parigi Fashion Week, durante la sfilata della Maison Valentino, tra lo stupore di tutti sono infatti comparsi Stiller e il suo compagna di avventure Owen Wilson, nei panni rispettivamente di Derek Zoolander e Hansel McDonald, i due super-modelli nemici/amici del primo episodio.

All’improvviso nella passerella ellittica di Valentino è accaduto l’improbabile: i due personaggi di Zoolander sono sbucati dal nulla e si sono prodotti nella tipica camminata da top-model, ovviamente esagerando a dismisura i movimenti e producendosi in una serie di smorfie che tutti i fan hanno imparato a conoscere come la Magnum, la Blue Steel, Ferrari e Le Trigre.

Tocco di genio, poi, è quello di Stiller quando dopo il rituale stop a favore dei fotografi ha dovuto cambiare corsia della passerella: il suo personaggio ha notoriamente qualche problema con le svolte a sinistra, per cui l’attore ha ben pensato di effettuare una vertiginosa giravolta.

Come si può vedere dai filmati qui sotto riprodotti l’evento pubblicitario creato da Stiller, Valentino e la Paramount Pictures è stato molto apprezzato sia dal pubblico presente che da quello “da casa”, con i social network che hanno condiviso all’istante i video con protagonisti Derek e Hansel.

La società di produzione ha poi ufficialmente annunciato la data d’uscita del film, che è fissata per il 12 febbraio del 2016, ovvero quasi 15 anni dopo il primo capitolo (e questo passaggio di tempo si rifletterà sulla trama del secondo capitolo).  

Come noto il film verrà ambientato anche in Italia, e da noi è stato lo stesso sindaco Ignazio Marino a confermare la notizia. Nel cast del film compariranno Penelope Cruz, Christine Taylor e Will Ferrell, questi ultimi due nuovamente nei panni della giornalista Matilda e dello stilista Mugatu.