È da qualche tempo che stranamente non si hanno nuove notizie di Zoolander 2, il seguito della pellicola di cult che segnalò al mondo il gusto di Ben Stiller per la comicità surreal-demenziale.

Il modello più stupido del mondo interpretato dall’attore di Tropic Thunder e I Tenenbaum ritornerà su grande schermo l’11 febbraio, e per rompere il lungo silenzio la Paramount, casa di produzione della pellicola, ha deciso di pubblicare due nuovi teaser poster in cui è possibile ammirare Derek Zoolader in tutta la sua bellissima ottusità.

La prima immagine ci mostra il protagonista insieme all’amico-rivale Hansel McDonald, interpretato ancora una volta da Owen Wilson, mentre si producono in espressioni di grande intensità e contemporaneamente incrociano i selfie, con grande sprezzo del pericolo conseguente.

Opinabile, quanto in realtà perfettamente in linea con la stupidità dei due, anche la tagline dell’immagine: “Chi non muore zi rivede”.

Più tradizionale invece il secondo poster, in cui Derek è impegnato in un’altra posa delle sue in una pubblicità dello Zoolander n. 2, chiara allusione al profumo Chanel. Ancora una volta la tagline gioca con il suo cognome: “Long time no Z (è da tanto tempo che non ci vediamo)

Vi avevamo già parlato del primo cosmogonico teaser della pellicola, capace di mettere in crisi l’idea dell’evoluzionismo, così come del cast della pellicola, che vede ritornare Will Ferrell nei panni dello stilista Jacobean Mugatu e Christine Taylor in quelli della giornalista Matilda Jones.

Nuova aggiunta è invece quella di Penelope Cruz. Al film sono poi stati collegati alcuni cameo famosi di celebrità quali Justin Bieber, Madalina Ghenea, Kanye West, Lewis Hamilton, Mika e molti altri che non sono ancora stati resi noti.

Ricordiamo che Zoolander 2 sarà ambientato in Europa – ai tempi il sindaco Marino aveva incontrato Stiller e aveva dato il permesso per le riprese a Roma – e che ritroveremo i due personaggi principali Derek e Hansel invecchiati di 15 anni. La curiosità è inevitabile: la coppia sarà ancora così bella da potersi permettere di sfilare in passerella con le nuove leve della moda?