YouTube ha annunciato il nuovo servizio di streaming senza pubblicità, notizia che per gli amanti della musica indipendente potrebbe rivelarsi un dramma. Il servizio offerto dal Social Network di videosharing più famoso al mondo consisterà in un abbonamento con una tariffa fissa che elimina gli spot prima delle visualizzazione, ma potrebbe non essere particolarmente accettato dagli artisti e dai loro fans.

Secondo il Financial Times, infatti, i musicisti che hanno stipulato contratti con più etichette discografiche in diversi Paesi del mondo come Adele, gli Arctic Monkeys e il cantante Jack White, farebbero meglio ad iscriversi a questo servizio o rischieranno di vedere i loro account chiusi e la loro musica totalmente bloccata. Le etichette indipendenti che li rappresentato sostengono che Google e YouTube, con questa mossa, abbiano decretato l’inizio del loro fallimento negando agli abbonati l’accesso.

Il nuovo servizio premium YouTube sarà un mix di pubblicità e servizi a pagamento il cui prezzo non è ancora stato ufficialmente divulgato. Si dovrebbe chiamare YouTube Music Pass e il suo arrivo è previsto entro l’estate. Di certo se Adele e Arctic Monkeys dovessero abbandonare la piattaforma il messaggio che si estenderebbe a macchia d’olio tra gli utenti del web non sarebbe un’ottima pubblicità per YouTube che, date le sue origini, è sempre stato considerato un servizio di libero accesso e con il quale ognuno poteva esprimersi liberamente anche via internet.

Foto by InfoPhoto