L’omicidio di Yara Gambirasio diventerà una fiction. E’ stato proprio Pietro Valsecchi, produttore della Taodue, ad annunciarlo oggi all’Ansa. Sarà una miniserie tv in due puntate incentrata sul caso della giovane ragazza di Brembate uccisa ormai tre anni fa. Il prodotto televisivo è già destinato a diventare l’evento televisivo del prossimo anno ma, visto il tema trattato, non mancheranno certo le polemiche e le critiche.

Proprio in questi giorni sembra essere stato individuato il presunto colpevole dell’omicidio di Yara (ne avevamo parlato qui) e la notizia ha riportato alla luce il caso di cui ormai si parlava ben poco in tv e sul web. Secondo quanto riferito da Valsecchi, che ha dichiarato di avere in mente da tempo una fiction su questo caso che ha scosso l’opinione pubblica“l’individuazione del (presunto ndr) colpevole era l’ultimo fondamentale tassello che mancava ad una vicenda sulla quale stavamo da tempo raccogliendo documentazione e materiali per raccontare in una miniserie televisiva in due puntate”.

Sulla fiction ancora si sa ben poco. Il cast non è ancora stato reso noto ma si conosce già il nome del regista. Sarà Alexis Sweet a dirigere la miniserie che racconterà le indagini intorno all’assassinio della giovane Yara Gambirasio narrando tutte le vicende che hanno portato alla svolta di qualche giorno fa con il fermo di Massimo Bossetti. Il protagonista della vicenda sarà un capitano dei carabinieri coinvolto nella risoluzione del caso e Valsecchi avrebbe riferito di essere alla ricerca di “un attore di grande prestigio” per il ruolo da protagonista.

Foto by InfoPhoto