Ieri sera è partita su Sky Uno la nuova edizione di X Factor, il talent show dedicato ai cantanti esordienti che si mettono in gioco esibendosi davanti una giuria di eccellenze del mondo musicale italiano. Il banco dei giurati di quest’anno ha visto la riconferma di Fedez e Manuel Agnelli e due new entry, Levante e Mara Maionchi.

La simpatica produttrice discografica non poteva che farsi notare fin dalla prima puntata, con exploit divertenti e decisamente sopra le righe. La Maionchi, si sa, non ha peli sulla lingua e ieri ha dato il meglio di sè in particolare con un gruppo elettro pop di Napoli. Tutto è scaturito dalla presentazione dei quattro ragazzi partenopei: la band si chiama “The Noiserz“, nome ripreso dal termine inglese ‘noise’ che sta per ‘rumore’. La giurata ha così esordito con i suoi toni irriverenti polemizzando sulla scelta di un nome straniero:

“Perchè non vi siete chiamati ‘I cavalli’ ?! Che nome del caz*o!”.

Quando il gruppo ha affermato di scrivere anche testi in lingua inglese, Mara ha sbottato completamente e si è lasciata andare ad una critica musicale al vetriolo:

“Questa cosa inglese comincia a rompermi i cogli*ni, siamo in Italia e non riusciamo a far niente. Noi dobbiamo prima sopravvivere qui e poi tentare di fare qualcosa all’estero, la globalizzazione ci ha mandato all’aria, gli inglesi ci massacrano!”.

La Maionchi, come sempre, si è rivelata un vero e proprio fiume in piena accaparrandosi gli applausi di pubblico e giurati. Dal canto loro i “The Noiserz” hanno però avuto la loro rivincita: l’esibizione della band è stata molto apprezzata e la produttrice discografica non ha potuto che fare un passo indietro e complimentarsi con i ragazzi.