Il primo giudice straniero nella storia del talent di Sky Uno, ed il più atteso, cerca un talento originale che possa crearsi una carriera. Giudizi positivi nei confronti dei colleghi in una intervista rilasciata sul sito ufficiale.

Per il momento è così, Mika, il cantante libanese ormai adottato dal Regno Unito, esprime giudizi più che positivi nei confronti dei suoi colleghi italiani di X Factor 7. Il primo giudice straniero nella storia del talent che ritornerà su Sky Uno a settembre, entra in punta di piedi nel programma consapevole di entrare a far parte di una squadra già consolidata.

Mika è uno dei cantanti più amati in tutto il mondo, suscita molta curiosità la sua partecipazione in un talent italiano, va da sè che le attenzioni siano tutte per lui. In una intervista rilasciata sul sito ufficiale di X Factor 7, ha detto:

La mia è una vita da pazzo. Con questa nuova avventura è veramente ancora più pazza di prima, però è una parte della mia vita. Sono molto contento di mettermi alla prova in questa maniera.

Qualche settimana fa Alessandro Cattelan aveva spettegolato a proposito di una sorta di timore degli altri tre giudici. Elio si era detto niente affatto intimorito e Mika (foto by InfoPhoto) ha avuto parole benevole per ognuno di loro:

La squadra è molto simpatica. I giudici sono simpatici e molto dolci con me. Ho tre professori della lingua e della cultura italiana. I miei professori si chiamano Simona, Elio e Morgan.

Benevolo, sdolcinato e ingenuo, la domanda irriverente è cosa possano insegnare un Morgan che, nonostante i suoi pupilli vincano quasi sempre, è famoso più che altro per le sue vicissitudini private (vedi Jessica Mazzoli che l’ha trascinato in tribunale).

Quanto a Simona Ventura, che si ritiene indispensabile, di cultura italiana è maestra, soprattutto per quello che riguarda le sue otto edizioni de L’Isola dei famosi, che vanno ad aggiungersi ai vari Grande Fratello, Uomini e donne e quant’altro. Per il resto, è tutto da vedere.

Quali sono le sue aspettative sui concorrenti di X Factor 7? Mika ha le idee chiare:

Sto cercando una persona che potrebbe fare una vita da artista e una carriera nella musica. Per questo per me è molto importante pensare alla vita del concorrente dopo il programma. Durante le audizioni cerco un cantante che ha l’urgenza di esprimersi come voce sul palco, non cerco una tecnica perfetta perché abbiamo il tempo per lavorarci. Cerco sicuramente una originalità. Un cantante non dovrebbe cantare per piacere al suo ego o per assecondare l’audience.