Alvaro Soler a X Factor: un sogno che ora diventa realtà per le migliaia di fanciulle innamorate perse di lui. Perché, diciamolo, la pop-star spagnola con quell’aria da ragazzo della porta accanto semplice e gentile, ma anche tremendamente sexy, non lascia di certo indifferenti. Per non parlare poi del suo talento che l’ha portato anche questa estate ad essere eletto re dei tormentoni estivi con la sua Sofia. Ebbene, ora Alvaro è pronto ad affrontare questa nuova sfida come giudice del talent più amato della tv (la cui 10a edizione partirà il 15 settembre, in prima serata, su Sky Uno HD, con replica il venerdì su TV8) e ha risposto alle nostre domande, in un italiano praticamente perfetto.

Cosa ci dici di questa avventura a X Factor Italia?
Non mi aspettavo di divertirmi così tanto e di sentirmi così a mio agio con i colleghi, nonostante siano molto diversi tra di loro: Manuel ha alle spalle diverse esperienze a livello internazionale e quindi con lui mi trovo su molti fronti, con Fedez c’è vicinanza d’età, mentre Arisa porta un tocco femminile fondamentale.

Hai imparato l’italiano in poco tempo, come hai fatto?
Devo dire che in generale sono portato per le lingue (ne parlo cinque), però devo ringraziare il fatto che in questo ultimo anno sono stato spesso in Italia dove la mia musica ha avuto un’accoglienza veramente calorosa. Non mi aspettavo di ricevere così tanto amore!

Ora per X Factor ti sei anche trasferito qui giusto?
Si, sto cercando casa a Milano e ai miei amici dico scherzando che finalmente sono venuto qui a fare l’Erasmus! Dovete infatti sapere che dopo la laurea in ingegneria e design industriale avevo pensato di fare un master nel capoluogo lombardo ma i prezzi erano troppo alti!

Quindi hai sempre avuto un piano b professionale?
Direi di si e lo stesso mio fratello, con cui avevo iniziato a suonare. Lui però alla fine ha deciso di andare a lavorare con mio padre (anche lui ingegnere) abbandonando la musica. Io sto provando a convincerlo a riprendere e non è detto che prima o poi non ci riesca.