La prossima opera cinematografica di Wim Wenders? Un documentario dedicato al fotografo brasiliano Sebastiao Salgado, girato nella terra di quest’ultimo, famoso rappresentante dell’arte nel suo paese.

Proprio in queste settimane l’autore di Il cielo sopra Berlino (nella foto) è in Brasile, precisamente in Aymore, per girare le scene, come annunciano da San Paolo fonti di stampa ufficiali. Il documentario dedicato al fotografo brasiliano Sebastiao Salgado sarà un lavoro che il prossimo anno verrà presentato da Wenders al Festival di Cannes.

La pellicola di Wenders ha già un nome: L’ombra e la luce. Le riprese come detto, sono in corso in un paesino dell’Espirito Santo, Aymore. È qui che Sebastiao Salgado è nato l’8 febbraio del 1944. Parte delle riprese, inoltre, verranno girate anche a Vitoria. Nella cittadina a Nord di Rio de Janeiro, il fotografo brasiliano ha trascorso la sua infanzia, prima di diventare l’artista che tutti conoscono.

L’incontro con la fotografia per Salgado è avvenuto in età avanzata, ma ciò non gli ha impedito di imporsi subito nel panorama internazionale. L’ispirazione dei maestri europei, unita al background culturale sudamericano, hanno fatto in modo che il suo talento e la sua originalità venissero riconosciuti subito. Salgado è il fotografo dei lavoratori che lottano per ottenere i propri diritti, dei poveri, dell’economia di mercato che distrugge il suo paese. I suoi studi economici lo hanno aiutato ad avere questo senso critico per l’arte.

Un regista come Wenders non poteva non accorgersene. Cannes attende.