I lettori più giovani forse non lo ricorderanno, ma la carriera di Will Smith, oggi una star interplanetaria che può permettersi di scegliere oculatamente i film cui partecipare, decollò grazie a una delle tante sit-com che spadroneggiavano nel panorama televisivo degli anni ’90, ovvero Willy il principe di Bel-Air.

Andata in onda sul canale NBC dal 1990 al 1996, la sit-com raccontava la vita di un ragazzo della periferia di Philadelphia che a causa di alcuni guai con dei bulli e l’ambiente pericoloso veniva inviato dalla madre a stare con i facoltosi e rispettabili zii di Bel-Air. Il tutto sintetizzato nella sigla cantata proprio da Smith, probabilmente l’elemento più riconoscibile oggi a distanza di quasi 20 anni.

Difficile trovare qualche caratteristica che differenziasse Willy il principe di Bel-Air dai tanti concorrenti (anche quelli del filone “all-black”), se non forse una certa simpatia dei personaggi. Eppure sembra proprio che del serial televisivo sia in cantiere un remake, forse per un irrimediabile effetto nostalgia tipico degli anni 2000 in cui viviamo.

A produrre la pellicola sarà ovviamente Will Smith, il quale per altri progetti (Independence Day II, Bad Boy 3) ha espresso perplessità molto più grandi. Nessun dubbio invece sul telefilm che gli permise di abbandonare la carriera musicale per dedicarsi interamente al cinema.

A mettere in cantiere il remake-reboot ci penserà l’Overbrook, la società di produzione dell’attore che naturalmente include anche la moglie Jada Pinkett Smith. La NBC ha invece smentito di essere direttamente coinvolta nell’operazione, ma non ha escluso che arrivati a fasi più avanzate del progetto non possa essere interessata al nuovo Willy il principe di Bel-Air.

Nulla si sa riguardo al cast, e in particolar modo riguardo a Smith stesso: si tratterà di riprendere le vicende dello scapestrato ragazzo di provincia da dove le avevamo lasciate o il tutto verrà rifatto con nuovi interpreti? In quest’ultimo caso sono in molti a scommettere anche grandi cifre sull’ingaggio tutto in famiglia del giovane figlio Jaden Smith per il ruolo del protagonista, essendo già stato al centro di simili episodi di “nepotismo” in After Earth e Karate Kid – La leggenda continua.