E’ bastato incidere un rap per “Fiesta”, brano del gruppo colombiano di musica elettronica Bomba Estereo, per riaccendere in Will Smith l’amore mai sopito per la musica. L’attore statunitense ha infatti cominciato la sua carriera nel mondo dello spettacolo proprio come rapper, divenendo verso la fine degli anni Ottanta, tra i più amati dal pubblico americano per il suo stile pulito e ironico. Ben quattro i suoi album da solista, cui se ne aggiungono altri cinque realizzati all’interno del duo Dj Jazzy Jeff & The Fresh Prince.

Dopo 10 anni di assenza dalle scene musicali (al 2005 risale il suo ultimo lavoro, “Lost and Found“) l’attore di “Io sono leggenda” annuncia oggi l’intenzione di tornare a dedicarsi alla musica. Smith ha rivelato infatti ai microfoni di Entertainment Weekly di avere numerosi inediti nel cassetto: “Sono praticamente in studio tutti i giorni e sto cercando di collaborare anche con altri artisti.  Ho registrato 30 canzoni e ne ho sei o sette che mi piacciono davvero molto. Sto cercando di raccogliere le idee per farle uscire in modo giusto” ha dichiarato l’attore. Nel 2016 potrebbe così uscire il suo nuovo album, accompagnato da una trionfale tournee mondiale, al fianco dell’ex socio Dj Jazzy Jeff: “Jeff ed io in realtà non abbiamo mai fatto un tour completo – ha sottolineato l’artista – Così questa estate sarebbe la prima volta che usciamo in un tour completo a livello mondiale. Sono eccitatissimo”, ha confessato Will Smith.

L’attore ha anche parlato dell’ansia che provata mentre scriveva la strofa per i Bomba Estereo, sapendo che le persone lo avrebbero sentito rappare per la prima volta da oltre un decennio. “Quando hai un certo successo, sembra che tu debba essere sempre a tuo agio. Ma non è così” ha piegato. “È una cosa incredibile, è come quando continui a vincere e perdi la capacità di perdere, non ti è più concesso. In realtà perdi la capacità di creare e quella di rischiare. E questa è una cosa che sto reimparando dai miei figli, a loro non interessa niente. Vogliono prendersi dei rischi, non hanno paura di niente, non hanno niente da proteggere o niente su cui basarsi… La paura ammazza la creatività”.

Colta dunque con entusiasmo la nuova sfida creativa, Will Smith ha cominciato una frequentazione assidua con la sala di registrazione proprio mentre era impegnato con le riprese di “Suicide squad”, film basato sui fumetti della DC Comics, in uscita il prossimo anno. Ha trascorso quasi ogni giorno in studio, lavorando a canzoni e cercando di “scrollarsi la polvere di dosso”. “Sto cercando una nuova voce, ho così tanto da dire adesso. Sto lavorando per dire le cose in un modo che mi piaccia” ha confessato l’artista.