Whitney Houston di nuovo in tour nel 2016 grazie ad un ologramma. Questo l’accordo siglato tra la Whitney Houston Estate Organization e Alki David, presidente e CEO della Hologram USA, società specializzata in questo particolare tipo di riproduzioni di onde luce tramite laser.

Così una delle più importanti voci della musica internazionale tornerà a calcare i palchi di mezzo mondo, poiché è proprio di tournee mondiale che si parla: l’ologramma di Whitney Houston, scomparsa nel 2012, debutterà il prossimo anno con un tour nelle più importanti città americane, seguirà quindi un tour mondiale che la dovrebbe portare anche in Italia. I concerti prenderanno il via nel 2016 e la performance, che includerà i più celebri brani della cantante e il contributo di una serie di ospiti internazionali, sarà disponibile anche in streaming su Internet, così da permettere alle centinaia di migliaia di fan di partecipare virtualmente allo spettacolo.

Una scelta che sta facendo molto discutere, tuttavia la prassi non è nuova: in Giappone la tecnica olografica è all’ordine del giorno e in Occidente il caso trova precedenti nei Gorillaz (gruppo musicale britannico creato dal frontman dei Blur), nell’apparizione de famoso rapper e attore statunitense, Tupac Shakur, al Coachella Festival nel 2012 e in Micheal Jackson, il cui ologramma è apparso lo scorso anno sul palco dei Billboards Awards.

E’ una grande opportunità per tutti i suoi fan di rivedere una delle artiste più celebrate nella storia della musica pop” si difende la famiglia, attraverso le dichiarazioni di Pat Houston, cognata di Whitney Houston e presidente della Fondazione a lei nominata “Non vedo l’ora che avvenga”. “E’ un modo per tenere vivo il ricordo di Whitney e delle sue indimenticabili performance” ha dichiarato la donna in conferenza stampa.

La morte di Whitney Houston è stata un evento tragico e drammatico” ha commentato Alki David .“Con il nostro lavoro speriamo solo di riuscire a condividere con il mondo, ancora una volta, il suo immenso talento”.