Sull’ onda del successo riscosso dal film “Matrimonio da favola”, lanciato sul mercato dell’ home video, e reperibile nei punti vendita autorizzati già da dicembre prossimo, il conduttore del seguitissimo programma Wedding Planner fruibile sulla Tv satellitare, Paolo Miccio, ha rilasciato alcune dichiarazioni sulla sua professione.

La pellicola citata, condita da un folgorante umorismo  in chiave esclusivamente femminile, parla delle vicissitudini della protagonista Annie, la quale coinvolta nel ruolo di damigella d’ onore per le nozze della sua più cara amica, ma trovandosi al contempo spiantata nelle tasche e nello spirito (per la delusione di non essere ricambiata sentimentalmente dal ragazzo di cui è invaghita) affronterà con una serie di situazioni divertenti, il rito matrimoniale.

Perché il matrimonio molto spesso, per il fatto di rappresentare un momento irripetibile della vita, viene organizzato in maniera talmente pomposa da creare grosse difficoltà.

Ma anche per un wedding planner come Paolo Miccio, che per passione e per mestiere organizza delle occasioni impareggiabili, tali da diventare una puntata della sua trasmissione, le nozze che lasciano il segno non sono tanto quelle sfarzose che ostentano un budget fuori dalla portata delle persone comuni, quanto se, durante la preparazione del grande evento, tra la coppia e l’organizzatore nasce un rapporto affettuoso, che va oltre il contratto firmato dalle parti.