Neanche una settimana dalla morte di Whitney Houston, che, dopo la tragica scomparsa, è stata ridefinita coma la ‘Regina triste del Pop’.

La cantante è stata trovata morta nella sua camera d’albergo a Beverly Hills, dove si trovava in per partecipare ad una serata dei Grammy Awards, alla quale non è mai arrivata. Il corpo è stato trovato riverso nella vasca da bagno e, fin da subito, si sono scatenati le prime illazioni sul web sulle cause della morte.

Nonostante sia stata già compiuta l’autopsia, ancora nessuna notizia ufficiale su cosa ha portato alla morte la cantante. Ma sul web sono comparse le foto della stanza dell’albergo dove Whitney ha passato le sue ultime ore e le condizioni dell’appartamento e gli oggetti trovati fanno subito pensare che la donna sia morta per un mix letale di farmaci e alcool. Sul tavolo i resti della cena, una bottiglia di birra e un bicchiere di champagne.

In attesa di avere, da fonti ufficiali, conferma o smentita di questa teoria, i colleghi di Whitney hanno postato sulle loro pagine Twitter messaggi di saluto e affetto per la grande voce che non c’è più.

I cinguetti del social network riportano tutti gli stessi hashtag: R.I.P Whitney Houston, #IWillAlwaysLoveYou, #DearWhitney.

Tra le voci che si sono levate per l’ultimo saluto nell’etere quelle di Mariah Carrey, Jennifer Lopez, Ricky Martin e Aretha Franklin.