Raffaella Carrà è stata protagonista di due simpatiche gaffe nel corso dell’ultima puntata di The Voice of Italy, il talent musicale che ogni giovedì sera va in onda su Rai 2. La prima gaffè ha riguardato un concorrete filippino di quarantacinque anni, Armand, che da anni vive in Italia, a Palermo. Raffaella Carrà, quando ha saputo che l’uomo era originario delle filippine l’ha salutato con un Salam Aleikum (riservato agli arabi di fede musulmana).

Emis Killa sembrerebbe aver fatto notare alla Carrà che forse quel tipo di saluto sarebbe stato inappropriato nei confronti di Armand ma la presentatrice gli ha subito spiegato che nelle Filippine, secondo lei, la maggioranza della popolazione sarebbe proprio di fede musulmana. Un’affermazione che purtroppo per Raffaella Carrà è imprecisa, anzi, del tutto errata, visto che nelle Filippine oltre il 92 per cento della popolazione è di fede cristiana (di questo 92 per cento l’81 per cento è di fede cattolica).

La seconda gaffe di Raffaella Carrà è arrivata quando sul palco è giunto il momento di Ovidiu, un concorrente proveniente dalla Romania che però la presentatrice/giurata ha scambiato per un argentino e ha quindi salutato in spagnolo. Il concorrente ha spiegato alla Raffa nazionale che in realtà le sue origini erano rumene e non sudamericane.

Come se non bastasse, oltre alle due gaffe Raffaella carrà si è beccata anche della “bastarda” da una nonnina che ha accompagnato la nipote alle audizioni di The Voice of Italy: la Carrà non si è girata e quindi non le ha consentito di andare avanti nel talent e la nonna, sanguigna e furiosa, si è lasciata scappare l’imprecazione poco gentile.