La quarta edizione del talent di Rai2 The Voice of Italy arranca in salita già alla prima puntata e non bastano alcuni stratagemmi autorali per sostenere il ritmo. La nuova giuria deve ancora ingranare ma sembra già chiaro che in quest’edizione non ci saranno grandi slanci da parte dei coach: Emis Killa, Raffaela Carrà, Dolcenera e Max Pezzali.

Emis Killa copia il personaggio di Fedez a X Factor, la Carrà dopo il flop di Forte Forte Forte viene snobbata da qualunque aspirante Voce e mostra umiltà al rientro in un buonismo che diventa, con il tempo, sottile ironia. Max Pezzali ha sempre l’aria del bravo ragazzo mentre sorprende e convince Dolcenera che sembra aver di nuovo lo spirito simpatico e un po’ da gatta morta come ai tempi Music Farm le è costato alcune critiche dal collega Pezzali.

I concorrenti in gara non hanno brillato per bravura o abilità tecniche navigando in una mediocrità generale.

Gli autori, sulla scia di Amici che ha trasformato il talent in show, hanno cercato di inserire una parte di Varietà nella puntata facendo partecipare alle Blind Audition anche Gigi D’Alessio che si esibito al piano in “non dirgli mai”. Tutti e 4 i giudici lo riconoscono subito e girano le loro poltrone.

I concorrenti che passano le selezione al buio che premiano la voce sono:

Annamaria Castaldi di 17 anni si esibisce in Pensa alla chitarra convince tutti ma lei sceglie Dolcenera.

Debrora Cesti si esibisce e per Killa: “Hai una voce forte e un grande potenziale”. Va nel team del rapper.

Kevin canta What Do you mean? e incontra l’apprezzamento di Pezzali. Nacho, Virna Marangoni e Cristiano Carta vanno con l’ex 883.

Davide Ruda si prende del tamarro da Dolcenera mentre convince Killa.

Dolcenera commenta l’esibizione di Fabio De Vincente “Mi hai portato in un’altra dimensione”, lui la sceglie.

Le Foxy Ladies, ragazze curvy, entrano a far parte del team Carrà insieme a Samuel Pietrasanta mentre Mariangela Corvino convince solo Killa.

La prossima Blind Audition cosa ci riserverà ? Lo scopriremo mercoledì prossimo.