Mercoledì 15 aprile Federico Russo ha condotto il primo dei due appuntamenti con la terza fase di The Voice of Italy 3, quella dei Knockout. Una fase complessa e l’ultima spiaggia per molti concorrenti infatti i giudici avevano il compito di eliminare dalla gara le voci che meno li convincevano dando la possibilità a pochi di partecipare alla fase dei live show. 

Tutti i cantanti si sono esibiti nel loro cavallo di battaglia in una sfida contro un’altro componente dello stesso team e il coach del team doveva scegliere chi preferire tra i due eliminando definitivamente l’altro.

La prima sfida è stata tra Keeniatta e Amelia Villano per il Team Noemi e la rossa: “Rappresentano due grandi voci, ognuna legata al proprio background musicale. Keeniatta ha una voce da diva connessa al repertorio soul. Amelia ha una voce italiana ed è l’unica all’altezza della sfidante. Scelgo la persona più pronta per i Live e che ha carattere… Keeniatta”. L’eliminata piange.

Passa il turno anche la ragazza talento di Io Canto Alessia Labate che vince contro Alex Ceccotti anche se il pubblico non è totalmente d’accordo con la scelta fatta dai Facchinetti.

Altra sfida interessante è stata quella tra le già famose Chiara Iezzi e Sarah Jane Olog per il team Facchinetti. Roby ammette la difficoltà della scelta ma poi si convince e: “Due grandissime professioniste. Sarah ha una voce straordinaria e unica. Chiara ha deciso di iniziare un nuovo percorso qui. Due brani cantati benissimo. Premio la personalità o l’emozione? E’ difficile…”, Chiara eliminata.

La sfida più difficile per Noemi è stata quella tra Thomas Cheval e Gregorio Rega e la leonessa decide di premiare Thomas perché “A uno dei due i miei consigli potranno essere più utili.”

Passano il turno anche Alessandra Salerno che si esibisce ne La Bambola, Sara Vita Felline con Albachiara, Marianè, Maurizio Di Cesare, Ira Green.