Quarta puntata di Blind Audition a The Voice of Italy 3 con Federico Russo e i giudici J-Ax, Piero Pelù, Noemi, Roby e Francesco Facchinetti. Una puntata ricca di talento e di stravaganze la prima ad esibirsi è Maria Luce di 19 anni che incanta con Million dollar bill e sceglie di far parte del team Facchinetti.

La seconda blind è doppia perché anche il pubblico non vede il candidato e non si riesce a capire se è un uomo o una donna che si esibisce in Glitter and gold, svelato l’arcano è Massimiliano Marchetti che sceglie Noemi dopo aver convinto tutti i coach.

Silvia invece viene scelta da Pelù, contesta da tutti Carola di 17 anni che si esibisce in The A team alla chitarra e scegli di andare nel team looser.

Il personaggio più particolare è sicuramente è Mark Zuckerberg della musica italiana Andrea Orchi in arte Indaco che canta SkinnyLove al piano e sceglie di andare dalla rossa Noemi perché nerd come lui.

Chiara Beltrame abbina la sua voce ad un progetto umanitario per l’India e viene scelta dalla coppia padre e figlio.

Maurizio Musumeci, in arte Dinastia, è passato dai writers ai rapper canta L’avvelenata di Guccini ma nella parte tappata viene strigliato da Ax Hai stonato, non ho capito nulla del rap ma te la sei giocata sull’interpretazione, sei uguale a me lo zio lo prende comunque in squadra perché lo ritiene tra i migliori mai passati al talent di Rai 2.

Arianna Alvisi canta Una ragione in più e va con Ax, Gianni Scardamaglio canta Mengoni al limite dell’imitazione e convince solo i Facchinetti.

Direttamente da Io Canto di Canale 5 arriva Alessia Labate che alla chitarra esegue Lego House, dimostrando talento e voce a soli 17 anni e qualche esperienza alle spalle. Si girano tutti tranne Ax ma lei sceglie di esser guidata in questa nuova avventura da Roby e Francesco Facchinetti.

Tra gli eliminati anche Nadezhda (Nadia) Borzak, 19 anni,  dopo la morte della nonna Gabriella Ferri ha cercato l’eccesso con droga e alcol ma è riuscita a risollevarsi grazie alla musica in un monastero. Pelù la ringrazia per aver portato a The Voice of Italy 3 un brano della nonna.