Le elezioni comunali si avvicinano. La data è fissata per il 5 giugno, con i ballottaggi che si terranno due settimane dopo, il 19 giugno. In autunno è inoltre previsto il referendum sulla riforma costituzionale. Mentre il clima politico è sempre più acceso intorno a questi appuntamenti elettorali il talk show Virus è stato cancellato dai palinsesti di Rai 2, pare non per ragioni legate agli ascolti, e ovviamente il fatto non è passato inosservato e non ha mancato di scatenare della polemiche.

A dare l’annuncio della cancellazione di Virus è stato il conduttore Nicola Porro su Facebook: “Virus Rai è stato cancellato dai palinsesti di Rai2. Questa mattina il direttore me lo ha comunicato. Faccio il giornalista e questa mi sembra una notizia (ps fino al 2 giugno ci siamo)”.

Tra i primi a commentare la notizia c’è Michele Anzaldi del Pd, segretario della commisione di Vigilanza Rai, che su Twitter ha scritto: “Dirigenti Rai come Tafazzi nel giorno che riceve consenso Coscioni e Burioni per informazione su vaccini, azienda annuncia chiusura Virus”.

Un commento che fa riferimento alle polemiche scatenate dalla puntata di Virus in cui c’era ospite Red Ronnie, che aveva definito “demenziale” l’obbligo di vaccino per i bambini. Il professore di microbiologia e virologia all’Università Vita-Salute San Raffaele Roberto Burioni, anch’esso intervenuto nel programma, aveva poi lanciato tramite Facebook un appello al ministro della Salute Lorenzin: “Mi chiedo come il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, possa permettere che, mentre da un lato lei spende dei denari pubblici per migliorare la salute degli italiani promuovendo la prevenzione, dall’altro consente che con gli stessi soldi pubblici si diffondano notizie false che porteranno i genitori a fare scelte che metteranno a rischio la salute dei cittadini”.

Virus tornerà a parlare di vaccini nella nuova puntata. Una decisione ben accolta dalla presidente dell’Istituto Luca Coscioni presidente dell’Istituto Luca Coscioni, Maria Antonietta Farina Coscioni, che ha dichiarato: “Accolgo favorevolmente il ritorno del dottor Burioni domani sera da Virus. Burioni risponderà, come comunicato da Virus, a chiunque voglia porgli delle domande sui vaccini. Il programma di Nicola Porro e la Rai dimostrano, a dispetto di tutte le polemiche nate in queste giorni, che sui vaccini si fa una informazione responsabile”.

Anche Matteo Renzi è dovuto intervenire sulla vicenda. Alla domanda di un utente su Twitter che ipotizzava in maniera ironica che Virus sarebbe stato sostituito dalla sua diretta sui social network #Matteorisponde, il presidente del Consiglio ha replicato: “Non mi occupo delle scelte della Rai. Lei è abituato a quelli di prima”.

Enrico Mentana nel corso del tg di La 7 ha invece chiesto a Urbano Cairo di riassumere il conduttore di Virus: “Da molti anni purtroppo vediamo queste cose che si chiamano, quando sono a grappoli, Editto bulgaro, ma poi si chiamano anche in altro modo. Ci sono da sempre e dico sempre che in televisione c’è spazio per tutti. E, a costo di farmi tirare le orecchie dal mio editore, dico che siccome Porro era qua da noi e poi è andato alla Rai, se la Rai non lo vuole più, secondo me le porte dovrebbero essere aperte”.