E’ bellissima, e l’icona vivente del fatto che la classe non è acqua. Parliamo di Virna Lisi che nello splendore dei suoi 75 anni (l’attrice è infatti classe 1936) continua ad affascinare con il suo sguardo magnetico e i suoi tratti delicati.

La Lisi (che in realtà all’anagrafe è registrata come Virna Pieralisi) si è aggiudicata proprio in questi giorni il premio Premio “Pietro Bianchi” 2011 che il Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani (SNGCI) promuovono tradizionalmente ogni anno a Venezia, in collaborazione con la Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica e la Biennale.

La consegna del premio avverrà il prossimo 9 settembre al Lido, in occasione proprio dei giorni della Mostra del Cinema.

Oltre alla storica Virna sono stati premiati dal sindacato giornalisti anche giovani promesse con il premio “Guglielmo Biraghi”, anticipato a sabato 3 settembre, con i riconoscimenti a Vinicio Marchioni, Chiara Francini, Francesco Montanari, Sarah Felberbaum, Francesco Di Leva.

Ricordiamo che la Lisi è stata un’icona del nostro cinema, non solo in terra nostrana  ma anche a Hollywood dove per un periodo ha cavalcato l’onda grazie al fatto che negli Usa stessero cercando un’erede della scomparsa Marylin Monroe.

Scoperta dal cantante ed attore Giacomo Rondinella, comincia la sua carriera da giovanissima con numerosi sceneggiati.