Uno studio della Camera di Commercio di Monza e Brianza ha messo in risalto una cosa curiosa ed interessante e cioè che le celebrità, i politici e i marchi industriali famosi danno lustro a città e paesi in cui sono “ospitati”. Vi proponiamo alcuni casi molto famosi che sono sicuramente molto significativi.
Chi conoscerebbe Maranello se non ci fosse la Ferrari? Grazie al cavallino Maranello vede aumentare del 776% il valore del suo brand, che tradotto in termini di reputazione economica significa che Maranello potrebbe dover dare alla Ferrari più di 7 miliardi di euro. Chiaro il meccanismo?
Altro esempio Laglio, dove il buon George Clooney ha deciso di prendere casa qualche anno fa. L’attore americano fa guadagnare a Laglio il 178,4% del valore del brand (50 milioni di euro)…niente male vero?
In Brianza la Rovagnati fa aumentare il brand di Biassono del 48,2%, mentre la Piaggio fa guadagnare a Pontedera il 46,7% in più.
Vogliamo parlare dei politici? Ecco alcuni casi fra i quali lo stretto legame fra Berlusconi ed Arcore: connubio che rende il brand briazolo più riconoscibile del 140% (in termini assoluti 1,2 miliardi di euro); passiamo poi a Di Pietro che fa aumentare del 82,1% il brand di Montenero di Bisaccia in Molise e De Mita del 47,9% quello di Nusco in Campania.
Adesso passiamo a casi ancora più di dominio pubblico…vi dice qualcosa Zocca? il brand di questo comune grazie a Vasco Rossi, cresce del 124,5%. Stesso discorso vale per il comune di Correggio che grazie a Ligabue cresce del 121,4%. Nel mondo dello sport possiamo dirvi che Appiano Gentile (+101,7%), e Tavullia (+5,7%) devono ringraziare rispettivamente l’Inter e il grande Valentino Rossi.
Niente male vero?
(i dati arrivano da una stima dell’Ufficio Studi della Camera di commercio di Monza e Brianza, a partire da Anholt Brand Index, su dati Registro Imprese, Istat, siti web ufficiali, Eurostat, relativa al progetto Eri: Economic Reputation Index).
(foto by InfoPhoto)