846 super esperti di cinema hanno partecipato al sondaggio di “Sight and Sound” per conto del British Film Institute. Ne è venuta fuori la classifica dei 50 film più belli di tutti i tempi. Le sorprese sono tante.

Da dove iniziamo? Al primo posto non c’è più Quarto Potere. Il celebre film di Orson Welles dedicato alla vita di Gordon Kane è stato scalzato da La donna che visse due volte di Alfred Hitchcock.

Il film, il cui titolo originale è Vertigo, è uscito nel 1958. Con 191 voti si  aggiudicato la medaglia d’oro nella speciale classifica. Pensare che quando uscì 53 anni fa Hitchcock temeva fosse un flop… Il regista era deluso dalla prova offerta da Kim Novak, la protagonista della pellicola e aveva criticato aspramente anche una lacuna della sceneggiatura.

I migliori esperti del mondo, però, lo hanno votato come il film per eccellenza, riconoscimento che vale la prima posizione a discapito di Quarto Potere. Il film  di Welles, medaglia d’argento, era in testa alle charts dal 1962. È ritenuto un paradigma cinematografico in virtù del contenuto della storia e della metodologia di riprese utilizzata. Per la prima volta Quarto Potere ha introdotto meccanismi che hanno rivoluzionato il mondo del cinema.

Non è bastato, evidentemente, a tamponare il prepotente “ritorno” di Vertigo. Chissà come avrebbe commentato Hitchcock.