Fabrizio Corona torna a parlare del suo amore verso Nina Moric definendolo folle, lo fa negli studi di Verissimo intervistato, in maniera impeccabile, da Silvia Toffanin. “Sono stato la persona più sbagliata che Nina Moric potesse incontrare” ammette Corona che racconta la sua verità:

“Se avesse trovato un uomo migliore di me magari non sarebbe così ora. Io sono stato la persona più sbagliata che potesse incontrare in tutta la sua vita. Ci siamo innamorati da giovani. Io avevo 23 anni, io 20. Stavamo cominciando le nostre carriere. Lei era iper-famosa e quando aveva 20 anni era la donna più bella al mondo, ti giravi e la guardavi. Io non ero assolutamente famoso e Nina ha scelto me che ero un ragazzo semplice che stava cominciando un lavoro. Io non sono mai stato ricco. Ho vissuto di quello che ho guadagnato. Ero un semplice giornalista che cominciava a lavorare nello spettacolo. Lei poteva avere tutto quello che voleva al mondo e ha scelto me, uno senza soldi, scapestrato e pazzo, ma che amava, ha scelto la via dell’amore. Abbiamo avuto un amore molto folle, è rimasta incinta di due gemelli, poi abbiamo perso questi bambini. Ma i primi tre mesi di gravidanza mi hanno dato un senso di responsabilità mai avuto. Lei incinta, la donna più bella del mondo, ma io come li mantengo, come posso fargli avere la vita che si merita? Lì ho creato il mondo che ho creato”.

Fabrizio Corona contesta alla ex-moglie il suo comportamento nei media soprattutto quando lui non riusciva a difendersi: “Io ho sbagliato con lei, lei con me. Le storie possono nascere e finire, ma quando c’è un bambino di mezzo bisogna andare oltre le cose. Tu per il bene di tuo figlio devi andare oltre le tue cose, se il tuo ex marito sai che si deve fare una lunga galera, non ti metti a fare ripicche. (…) Oggi non l’ho mai vista, non ci parlo. Non l’ho cercata, non le ho risposto anche se avrei pagato per potermi sedere di fronte a Nina una sera con un bicchiere di vino, a parlare e a piangere, a chiederle dove abbiamo sbagliato, cerchiamo di volerci bene per il bene di nostro figlio. Con lei è impossibile, quando parlo con lei è come parlare col muro, non c’è. Io in questo momento non provo nessun sentimento per lei, quello che dice mi scivola addosso”.

Silvia Toffanin fa notare che anche lui deve prendersi delle responsabilità verso Nina a causa del suo atteggiamento “Tu l’hai fatta impazzire secondo me questa donna, prima d’amore e poi per le tue follie” e lui replica “Io sono la causa di tutti i suoi guai. E quindi devo portare il mea culpa per tutta la vita? E’ inaiutabile. Sono stato la persona più sbagliata del mondo, ma oggi non si fa aiutare, le persone che le stanno vicino non ce la fanno ad aiutarla. Mia madre ha cercato di aiutarla in tutti i modi, ma lei non si fa aiutare e non si può aiutare, porta un odio dentro irrefrenabile”. 

L’intervista a Fabrizio Corona ha visto una Silvia Toffanin padrona delle domande e molto preparata sulla vita di uno dei personaggi più controversi dello showbiz italiano degli ultimi 10 anni. Un’intervista piena di domande ficcanti, dove Corona non riusciva a divagare ma era costretto a raccontare la sua verità su temi come il carcere, i reati commessi, le condanne, il rapporto con il figlio Carlos Maria e anche i suoi amori. Silvia Toffanin, con un atteggiamento che ricordava Franca Leosini, ha dimostrato di essere cresciuta professionalmente e che è pronta a interviste più difficili rispetto a quelle promozionali che fa a Verissimo.