Copyright ChinellatoPhoto / Shutterstock.com

E’ un ritorno che gli appassionati di cinema speravano quello che si è concretizzato a Venezia nell’ambito della Mostra del Cinema e che vede David Cronenberg e Vincent Cassel di nuovo insieme per presentare un film, “A dangerous mathod”.

Il film è incentrato sulla nascita della psicanalisi e narra l’amore condiviso da Freud e Jung, di fatto i due padri fondatori, per la stessa donna (interpretata dalla splendida Keira Knihtly).

Il cast è di primissimo livello con Viggo Mortensen, Michael Fassbender, Keira Knightley e Vincent Cassel.

La pellicola è tratta dal libro A Most Dangerous Method di John Kerr e si ispira allo spettacolo teatrale The Talking Cure di Christopher Hampton.

Il regista con A Dangerous Method ha voluto realizzare un film elegante che parlasse degli abissi emozionali, seducendo contemporaneamente  lo spettatore.

A stimolare la fantasia del regista sono stati alcuni inconsueti dettagli intimi della vicenda, che risulatno determinanti per comprendere la psicologia dei tre protagonisti, e che restituiscono il senso della natura dei legami intellettuali e carnali.

I protagonosti sono intrappolati in questa rete e cercano di liberare in questo modo le loro coscienze.

Parliamo di un insolito mènage à trois, intellettivo più che sessuale visto che Sabina non ha avuto alcuna relazione carnale con Freud.

Ma come nel film di Truffaut, Jules e Jim triangolo, anche tra Freud e Jung c’era grande affetto e amicizia.