Era uno dei più attesi e non ha deluso. Vasco Rossi è stato il grande protagonista del penultimo giorno del Festival di Venezia, che questa sera consegnerà il Leone d’Oro al miglior film e tutti gli altri premi. Il rocker di Zocca ha trasformato il red carpet del Lido in un vero e proprio show personale, ballando e cantando in passerella.

Vasco Rossi è arrivato a Venezia 72 per presentare Decalogo di Vasco, film documentario girato da Fabio Masi della durata di 60 minuti circa. Una pellicola in cui il cantante fa “l’attore a sua insaputa”, come lui stesso a dichiarato.

La presenza di Vasco ha portato in Laguna una folla numerosissima di fan e di curiosi, forse ancor più del discusso divo Johnny Depp, presentatosi al Festival di Venezia in una forma fisica non proprio impeccabile che ha scatenato un sacco di commenti in rete.

Oltre che per il docufilm Decalogo di Vasco, la rockstar ha fatto parlare anche per le sue dichiarazioni. Riguardo alla mostra del cinema di Venezia ha detto: “Mi piace questo festival, è molto rock”. Quanto al suo inedito ruolo di attore, ha invece affermato: “Sono qui come attore a mia insaputa, l’inconsapevolezza mi rende più allegro, quando sono consapevole sono più nervoso. Questo decalogo è molto originale, ho dato fiducia ad un giovane regista perché è stato un feeling istintivo, abbiamo vissuto una vita pericolosamente, siamo un po’ stropicciati tutti e due”.

Riguardo alla pellicola, Vasco ha dichiarato: “Non sapevo cosa il regista stava facendo, ma mi fidavo di lui. Il film non l’ho visto, ma sono sicuro che è un capolavoro. E comunque si salvi chi può”. Salvo poi confessare: “No, in realtà l’ho visto. Sono un grande bugiardo. Sono sincero solo nelle canzoni. Il film ha colto di Vasco Rossi non solo il personaggio ma anche la persona”.

Vasco Rossi si è poi fatto più serio affrontando il tema dei migranti: “Quello dei migranti è un problema molto grave che deve essere risolto in qualche modo, è una grandissima tragedia. Dobbiamo solidarietà a chi scappa dalle guerre vorrei vedere, se dovessimo scappare noi e ci dessero tutte le porte in faccia”.