Vasco Rossi ritorna più in forma che mai con le tappe del suo nuovo tour italiano, il Live Kom 014, che lo porterà nei due maggiori stadi italiani, all’Olimpico di Roma il 25, 26 e 30 giugno e al San Siro di Milano il 4, 5, 9 e 10 luglio.

Chi ha avuto modo di assistere alle prove ha descritto la scaletta dei concerti come indirizzata verso un rock molto duro, all’insegna delle sonorità di Gli spari sopra, brano che dovrebbe aprire le esibizioni del musicista di Zocca.

Lo stesso Rossi in un’intervista rilasciata a Vanity Fair ha parlato di una scaletta che sfocia quasi nel metal. Ripercorrendo la propria carriera, i cui ultimi singoli in realtà sembrano esempi del pop più amichevole, ha raccontato di una crescita della band all’insegna dell’aggressività della musica: “Quando abbiamo cominciato la carriera facevamo rock’n'roll un po’ così, diciamo alla buona. Negli anni siamo cresciuti e nella band sono entrati musicisti sempre più bravi. Ora le cose sono cambiate di nuovo; abbiamo una chitarra ritmica e un batterista che ci hanno aiutato a compiere la svolta“.

Infatti nel gruppo che assisterà il cantante sono entrate la chitarra di Vince Pastano e la batteria di Will Hunt, in prestito da Evanescence e Black Label Society. La seconda parte dello show, della durata di due ore e mezza, circa, sarà comunque dedicata ai classici più pacati del rocker. Inevitabile ovviamente la conclusione con Albachiara.

In forma per i concerti, il Blasco ha persino commentato le ultime vicende politiche, con un giudizio lusinghiero su Renzi (“Si muove bene, sa comunicare. Ha portato in politica una generazione di giovani”), nonostante il proverbiale pessimismo del personaggio, il quale in fondo pensa che per l’Italia potrebbe essere troppo tardi in ogni caso.

Non resta dunque che godersi la sua musica.