Dopo il trionfo di Roma, Vasco Rossi ha portato in delirio anche i fan di Milano, nella serata del 4 luglio. Il primo dei quattro concerti meneghini del Live Kom 014 (si replica il 5, 9 e 10 luglio) ha visto, come nella capitale, una prima parte in cui il musicista modenese ha giocato pesante con alcuni dei cavalli di battaglia, spingendo a fondo sul pedale del rock duro: “Gli spari sopra”, “Muoviti” e “Qui si fa la storia”  praticamente trasformati in brani heavy metal.

Le due ore e mezza di spettacolo (tra gli ospiti illustri del primo concerto milanese si è visto anche Eros Ramazzotti) sono trascorse in un attimo per i circa 58mila fans accorsi allo stadio di San Siro. Nella seconda parte ritmi più blandi per la scatenatissima band composta dai chitarristi Stef Burns e Vince Pastano, dal bassista Claudio Golinelli dal batterista Will Hunt, dal tastierista Alberto Rocchetti e dai fiati Frank Nemola (tromba) e Andrea Innesto (sassofono). Era la volta dei superclassici: “Siamo solo noi”, “Vita spericolata” e “Albachiara”. I fuochi d’artificio hanno chiuso una serata di festa.