Lo speciale di “Verissimo” di sabato scorso è stato dedicato alla Reunion dei finalisti dell’Isola dei Famosi. A fare maggiormente scalpore le dichiarazioni di Valerio Scanu, che ne ha approfittato per lanciare le sue critiche sia al reality sia ad alcuni suoi compagni di avventura.

Rispondendo a Rocco Siffredi, che lo aveva criticato per il suo scarso impegno sull’Isola, il cantante ha ammesso che il suo obiettivo, come quello di tutti, era chiaramente la vittoria, anche se il meccanismo del televoto secondo lui è risultato ambiguo:

“Ci speravo, come ci speravamo tutti noi arrivati in finale. Siffredi, non dire che non ci speravi anche tu, bugiardo. Soprattutto tu speravi di battere me. Quando è andato in nomination con Andrea le mie fan hanno mandato due milioni di voti per cacciarlo. Io ho una fan page abituata a questo tipo di format, sono molto organizzati sotto quest’aspetto. Perché mi ha battuto Cecilia? Un conto è il televoto settimanale, un conto è un televoto che si sa quando si apre e non si sa quando si chiude”.

Scanu non ha di certo peli sulla lingua e si scaglia anche contro i suoi compagni, prima fra tutti Pierluigi Diaco:

“Poverino Pierluigi, lui fondamentalmente non ha trovato in me quello che si aspettava. Siccome abbiamo delle amicizie in comune mi voleva conoscere prima dell’Isola per fare delle sue strategie. Non ha trovato un alleato, tant’è vero che lui si è circondato di persone a mio avviso con poco carattere. Nel momento in cui lui se n’è andato Andrea è rinato, dopo che lui gli ha tolto la negatività di dosso. Loro si facevano le loro strategie”.

Il cantante ha quindi ribadito la ragione per cui tutti i suoi avversari sono stati gradualmente cacciati:

“Le persone che hanno attuato le strategia per far fuori me sono le stesse persone che sull’Isola non hanno retto né fisicamente, né moralmente… Si sono autoeliminati. Pierluigi si è fatto una settimana di vacanza”.