Parla Valerio Scanu, il cantante, ex di “Amici di Maria De Filippi”, che si confessa in un’intervista al Corriere.it. Il primo argomento sono i suoi innumerevoli tatuaggi:

Il primo tatuaggio è stato la chiave di Sol, lo feci a 14 anni senza anestesia. Ottenni il permesso dei miei genitori con un ricatto: se mi avessero promosso con tutti ottimo e se avessi preso il patentino al primo colpo me lo avrebbero dovuto lasciar fare. Mi sottovalutarono…

Oggi ne ha tantissimi:

Vado a zone: nove sul braccio sinistro. Poi ne ho sul braccio destro, sul polpaccio, sulla spalla, sul fianco, sulla schiena, sul pube e sul collo.

L’esperienza televisiva che lo ha divertito di più è stata senza dubbio “Tale e Quale Show”:

Le  imitazioni sono i miei scherzi preferiti. Ci casca anche mia madre quando la chiamo e fingo di essere un’operatrice dell’Enel. Imito chi stimo. Le più esilaranti sono state le donne: Orietta Berti, la Oxa…

E con le imitazioni ha imparato a usare il tacco 12:

È una dote naturale. O ce l’hai o non ce l’hai: e io ce l’ho.

E sugli interventi di liposuzione a cui si è sottoposto, ha spiegato:

La prima operazione l’ho fatta a vent’anni e mi sono messo nelle mani di un macellaio. Basti pensare che mi sono svegliato dopo 13 ore dall’anestesia… Il secondo l’ho fatto per rimediare ai danni fatti dal primo. E il terzo, dopo l’Isola dei Famosi, dove sono dimagrito tantissimo, perché avevo un prolasso nella parte addominale.

Infine impossibile non parlare degli insulti ricevuti:

Sono cintura nera di insulti. Se uno mi insulta sui social non riesco a stare zitto e non replicare.