Nuova puntata di Uomini e donne trono over che inizia con il riassunto di quanto accaduto nelle puntate precedenti con il nuovo gioco di cortesia, eleganza e accoglienza di dame e cavalieri che ospitano i colleghi. Avevamo visto Giuliano e Gemma ospitare a casa loro con esiti non proprio positivi.

In questo inizio puntata di Uomini e donne trono over abbiamo visto l’accoglienza a casa di Antonio che non sembra essere andata benissimo. Valentina sostiene di avere addirittura trovato un pelo nel piatto che, diciamolo, può succedere a chiunque ma il buongusto è non raccontarlo. In generale, però, tutti si lamentano dell’accoglienza frettolosa riservata loro anche se hanno tutti gradito quanto presentato in tavola.

Gemma, dopo aver sparato a zero su Antonio, cerca di recuperare terreno asserendo che ancora non era andata a casa di Giuliano. Quest’ultimo, ovviamente, non ha perso l’occasione per colpirlo in qualsiasi argomento. Il ferrarese, inoltre, gli ha chiesto di mostrargli il luogo in cui abitualmente scrive i suoi articoli (è giornalista, ndb); Valentina gli chiede di mostrarle la biancheria intima che sfoggia con le donne che, a suo dire, non erano adatte.

Anche per Valentina le cose non sono andate bene. Tutti in assoluto hanno criticato la dama per lo squallore dell’ambiente e qui parte una lunga discussione fra dame e cavalieri vecchietti e la nuova generazione di dame che comprende anche la giovane Valentina. Barbara torna ad essere quella di sempre, se la prende con Elga, discute con Antonio ma, alla fine di questa querelle, la prima sfida l’ha vinta Gemma.

Barbara, senza più Franco, è disposta ad ospitare chiunque a casa sua a patto che non siano Antonio, Giuliano o Elga. Ma ecco che la diatriba fra Valentina e Tina continua, l’opinionista attacca la dama dandole della cafona e della gallina, minaccia di lasciare lo studio di Uomini e donne trono over ma non se ne fa niente.

Sul finire della puntata, però, dietro le quinte di Uomini e donne trono over scoppia una furiosa lite fra Gemma e Barbara. In conclusione, niente è cambiato!

Photo credit: leonardo.it