Nella puntata di ieri di Uomini e donne e poi, avevamo lasciato Giuliano che voleva riconquistare Antonella. Dopo la figuraccia dell’appuntamento al quale non si presentò, Antonio si insinuò nella coppia, invitando la dama a cena, in amicizia, disse. Al ferrarese, ovviamente, non andò bene e non perse occasione per attaccare il rivale.

Antonella, una volta capito che l’invito di Antonio era reale, decise di accettare. Oggi Giuliano racconta che quella sera andò nell’hotel di Antonella e si sfogò con una troupe, ovviamente, presente. Mentre Antonio si godeva la cena con Antonella con una puntatina nella Roma by night, il ferrarese cenò solo. La dama si sfogò con il romano: era stanca del corteggiamento solo telefonico di Giuliano senza alcuna prova concreta del suo interessamento.

Oggi, Antonella racconta che Antonio dimostrò di essere un vero cavaliere. Avesse dovuto scegliere, sottolinea: “Avrei scelto Antonio per aspetto, profumo, modo di essere e fare, carisma”. In studio ci fu un confronto fra Antonio e Giuliano. I due ormai ex amici, ebbero modo di chiarire pur restando ognuno sulle proprie posizioni.

All’incontro partecipò anche Antonella che, ancora una volta, ribadì che Giuliano si comportò malissimo e che rifiutò qualsiasi invito per conoscersi meglio. Il ferrarese si difese dicendo che, in fondo, si trattava solo di paura di innamorarsi. Per tutta risposta Antonella disse che, essendo andato a Uomini e donne, poteva aspettarsi di iniziare una relazione seria.

Dopo la puntata Antonella si sfogò con la redazione, pur non tornando sui suoi passi, disse di essere dispiaciuta per la sofferenza di Giuliano. Lui tentò qualsiasi cosa per riconquistarla, tentò anche di baciarla senza riuscire a farle cambiare idea.

Ritorniamo un momento a Gemma che, dopo la delusione di Ennio, iniziò a frequentare Francesco. Dopo un iniziale buon rapporto, ci furono i primi screzi e tutto finì. Se per Francesco il capitolo era chiuso, un altro si stava riaprendo: Ennio. Le scrisse una lettera per chiederle scusa per il suo comportamento altalenante dovuto semplicemente alla paura di una convivenza stabile. Diceva di aver sentito molto la sua mancanza e di aver capito i suoi errori.

Una lettera molto toccante nella quale c’erano tutte le parole che Gemma aspettò per molti mesi. Ennio arrivò persino a proporle il matrimonio nonostante la rottura del fidanzamento di qualche giorno prima. Il sogno della dama ma, quella volta, fu molto razionale, si rese conto che il cavaliere tornava all’attacco solo quando si accorgeva che Gemma si stava riprendendo. Una strategia da grande guerra, disse Gemma che, comunque, rifiutò la proposta.

Per Franca arrivò Pasquale che la ricoprì di complimenti. Le dedicò persino una canzone “Besame mucho” e le raccontò di averla inseguita per tanti anni, essendo anche lui siciliano. Trascorsero insieme le vacanze pasquali ed andarano direttamente al sodo: si fidanzarono e vissero felici e contenti. Non mancarano le malelingue che cercarono di smontare la storia.

Anche Mario e Brigida proseguirono la loro storia nata a Uomini e donne trono over. Il cavaliere vinse la paura dell’aereo e volò a Trieste. La prima impressione di Mario fu che Napoli e Trieste avessero molte affinità. I due stanno bene insieme e, a quanto pare, anche il nord gli piaceva.

Un’altra dama che farà molto parle di sè fu Rossella che veniva fuori da una storia lunga 22 anni. Separata con una figlia di 10 anni, la nuova dama scosse subito il parterre maschile. Da subito, infatti, non le mancarono i pretendenti, ed anche qualche vecchia conoscenza. Fra tanti corteggiatori, scelse di conoscere Ennio e Piero.

Rossella decise di andare subito a Napoli, di sua spontanea volontà, per conoscere meglio Piero ma la cosa non piacque a Ennio che, dopo la puntata, trovò modo di chiarire. Lui la accusò di essere una perfetta attrice e la discussione si interruppe bruscamente. Non andò bene neanche con Piero colpevole di aver corteggiato per un’intera serata una ragazza presente ad un evento ignorando Rossella.

La puntata di Uomini e donne e poi termina qui.