Claudio Sona, il tronista gay di Uomini e Donne, ha comunicato nei social di voler procedere per vie legali contro uno stalker che lo infama da mesi. Il tronista chiama simpaticamente lo stalker ippopotamo e racconta che questa persona approfitta della sua popolarità per indagarlo e infangare la sua famiglia.

Per comunicare questa sua decisione Claudio Sona scrive: “Non conosco i motivi per i quali una persona debba, non solo inventare accuse gravemente diffamatorie e ingiuriose nei miei confronti, ma anche diffonderle plagiando tante altre persone.Senza alcuna autorizzazione, questa persona ha divulgato alcuni miei documenti personali al fine di accreditare un rapporto di conoscenza intima con me assolutamente inesistente.

Ho 30 anni e una vita rispettosa da sempre. Non voglio che la mia persona, la mia famiglia, i miei amici e il mio lavoro possano essere compromessi o influenzati da delle false accuse.Per questo ho deciso di procedere per vie legali per fermare un ippopotamo che da mesi trova piacere a denigrarmi. Speravo di non arrivare a tanto ma devo tutelarmi. In tutto questo c’è una sola verità: gli ippopotami sono troppo pesanti per volare.”

Tra i commenti di solidarietà al tronista arriva anche quello di Mario Serpa, l’ex compagno conosciuto durante Uomini e Donne nel primo trono gay della storia del programma di Maria De Filippi, che dice di essere pronto a testimoniare in tribunale per difendere Claudio Sona: “Con mia grande sorpresa e dolore sono stato messo al corrente che sono circolate illazioni, strumentalizzate parole e fornite prove di ogni tipo al fine di screditare persone e mettere in crisi un rapporto.

Siamo persone adulte, abbiamo entrambi una vita rispettosa da sempre e non voglio che la mia persona o quella di Claudio, le nostre famiglie, i nostri amici ed il nostro lavoro possano essere compromessi o influenzati dalle false accuse circolate e prendo pubblicamente distanza da tutto ciò. Per questo, ancora scioccato, comprendo le reazioni di Claudio e ha tutto il mio appoggio, qualora ne avesse bisogno.”

Anche gli ippopotami ora vengono querelati.

Uomini e Donne: Claudio Sona querela uno stalker, annuncio social

Non conosco i motivi per i quali una persona debba, non solo inventare accuse gravemente diffamatorie e ingiuriose nei miei confronti, ma anche diffonderle plagiando tante altre persone. Senza alcuna autorizzazione, questa persona ha divulgato alcuni miei documenti personali al fine di accreditare un rapporto di conoscenza intima con me assolutamente inesistente. Ho 30 anni e una vita rispettosa da sempre. Non voglio che la mia persona, la mia famiglia, i miei amici e il mio lavoro possano essere compromessi o influenzati da delle false accuse. Per questo ho deciso di procedere per vie legali per fermare un ippopotamo che da mesi trova piacere a denigrarmi. Speravo di non arrivare a tanto ma devo tutelarmi. In tutto questo c'è una sola verità: gli ippopotami sono troppo pesanti per volare.

A post shared by Claudio Sona (@realclaudiosona) on