Jennifer Lawrence sembra non conoscere il significato della parola riposo, e anche Bradley Cooper non scherza.

Entrambi gli attori sono infatti i protagonisti di Una folle passione (in originale Serena), l’ultimo film dell’apprezzata regista danese Susanne Bier (Dopo il matrimonio, Non desiderare la donna d’altri, Love is All You Need, In un mondo migliore).

La pellicola, la cui uscita italiana è prevista per il 30 novembre di quest’anno, è tratta dal romanzo di Ron Rash. Inizialmente il progetto era stato affidato a Darren Aronofsky, che avrebbe voluto Angelina Jolie nel ruolo principale, ma poi la produzione è andata in un’altra direzione.

La Lawrence e Cooper si ritrovano sul set dopo l’esperienza molto soddisfacente di American Hustle – L’apparenza inganna di David O. Russell, e questa volta l’ambientazione storica è un po’ meno prossima ai nostri giorni, svolgendosi nel 1929.

I due infatti vestono i panni di George e Serena Pemberton, una coppia di freschi sposi che ha intenzione di trasferirsi sui monti della Carolina del Nord per costruire un’azienda di commercio del legname.

Serena si adatta facilmente alla dura vita del luogo, mostrandosi una affarista spietata, più forte addirittura di tanti veterani della zona. Presto i rivali dei Pemberton sono messi fuori gioco con metodi anche violenti, almeno fino a quando George non rivela un segreto importante, che aveva nascosto alla moglie: si tratta della nascita di un figlio illegittimo, avuto tempo prima proprio da una donna locale.

Serena non prende bene la notizia, sopratutto quando scopre di non poter avere figli: il matrimonio finirà in pezzi con esiti del tutto imprevisti.

Foto: ufficio stampa