A volte ritornano: Pupi Avati interrompe il suo “esilio” televisivo per ritornare su grande schermo con un progetto di più ampio respiro.

Archiviati infatti gli esperimenti catodici di Un matrimonio e Il bambino cattivo, il prossimo film del regista bolognese, intitolato Un ragazzo d’oro, gode di un cast di altissimo livello, impreziosito dalla comparsata di una star di Hollywood come Sharon Stone, un po’ defilatasi negli ultimi anni.

Insieme alla storica interprete di Basic Instinct la pellicola di Avati avrà come protagonisti Riccardo Scamarcio e Cristiana Capotondi, con la partecipazione straordinaria di Giovanna Ralli.

Un ragazzo d’oro presenta alcune tematiche già esplorate dal cineasta classe 1978, come per esempio il senso di fallimento di una generazione e il peso della figura paterna sui figli, ma è anche una pellicola che si distacca dall’abituale ambientazione provinciale che lo ha contraddistinto degli anni.

Il film in uscita il 18 settembre è incentrato sulla figura di Davide Bias (Scamarcio), creativo pubblicitario in crisi, insoddisfatto di se stesso e del proprio lavoro e con velleità artistiche mai affrontate. Il paragone col padre, sceneggiatore di film di serie B, lo rende ancora più ansioso e e insicuro, e neanche la fidanzata Silvia (la Capotondi) riesce a confortalo.

Quando il genitore viene a mancare improvvisamente Davide si trasferisce a Roma, dove l’editrice Ludovica (la Stone) gli chiede di ritrovare il manoscritto del libro autobiografico cui stava lavorando il padre. Tuttavia questi non aveva ancora scritto nulla e, tanto per onorare la memoria del genitore quanto per soddisfare le proprie ambizioni, Davide deciderà di scriverlo lui stesso. Ma questo non sarà sufficiente a risolvere i suoi problemi.

Foto da comunicato stampa