Doppia replica del concerto degli U2 a Roma per due serate dove Bono Vox unisce musica, emozioni e politica: grazie Italia per salvare tutti i migranti. Il frontman ha definito “la più bella notte di sempre” quella all’Olimpico di Roma dove la band festeggia i 30 anni dall’uscita di “The Joshua Tree” con un tour mondiale che vede una tappa anche in Italia. La serata è stata aperta da Noel Gallagher mentre su gli spalti sono arrivati, vestiti ancora in ambiti nuziali, due neo sposi che hanno così festeggiato il loro matrimonio creando un po’ di clamore nel preshow con tutto lo stadio che li ha festeggiati.

Il cantante durante il concerto parla più volte in italiano per ringraziare il pubblico dicendo “Siete fantastici, siete una famiglia”. Un concerto pieno di emozioni e coreografie da parte dei fan italiani che durante With or without you hanno fatto apparire migliaia di fogli colorati per comporre la scritta “30″ e la sagoma del Joshua Tree, l’albero californiano che da il nome all’album diventato cult.

Non sono mancati nemmeno i riferimento politici con diversi attacchi al presidente Usa Trump. Durante Miss Sarajevo si è parlato di guerra e diritti civili con la canzone che è diventata Miss Syria, con un video che racconta la storia di una bambina in un campo profughi.Un momento di vera emozione l’inserimento della voce di Pavarotti che è tornata a tuonare su Roma come ai tempi dei Pavarotti & Friends, manifestazione appoggiata e ricordata anche da Bono.

Bono poi ha fatto riferimento ai migranti e ha urlato con tutta la voce possibile: ’’Grazie Italia, grazie Guardia costiera, avete salvato migliaia di vite’’. Un riconoscimento per il lavoro fatto da migliaia di uomini che ogni giorno dedicano la vita al prossimo, senza pensare alla politica.

U2 a Roma: Bono sui migranti ringrazia l’Italia VIDEO