Bono Vox si è scusato per la scelta di mettere l’ultimo album degli U2, “Songs of innocence“, presentato durante il lancio del nuovo iPhone 6, a disposizione di tutti gli utenti iTunes. Come ricorderete il caso del disco targato Apple aveva fatto molto discutere il popolo della rete per via delle modalità con cui l’album veniva automaticamente scaricato dai fruitori della piattaforma musicale contro il loro consenso. “Mi dispiace tanto”, queste le sue parole in risposta a una loro fan che su Facebook aveva accusato il gruppo di maleducazione supplicandoli di non “pubblicare mai più un album su iTunes che si scarica in automatico nelle playlist della gente”.

Dopo la richiesta di numerosi utenti di poter rimuovere l’album da iTunes, il leader degli U2 non ha potuto esimersi dal rispondere a un commento che oltre a criticare la loro scelta, metteva anche in cattiva luce la carriera quasi 40ennale della band irlandese. “Oops, avevo avuto questa bellissima idea. Una caduta megalomane forse, un impeto di auto-promozione e la paura profonda che queste canzoni che hanno inondato le nostre vite in questi ultimi anni non venissero ascoltate”. Senza dubbio la scelta di mettere a disposizione un album completamente gratuito è stata ammirevole, peccato che il download automatico sui pc degli utenti Apple non è piaciuto a chi non voleva usufruire del regalo proposto dagli U2 e da Cupertino. Ma non è tutto, perché in questo modo molti dei fan storici della band che non sono al tempo stesso utenti Apple non hanno potuto essere inclusi nell’elenco dei fortunati a poter scaricare gratuitamente “Songs of innocence”.

Già durante l’ultima puntata di Che tempo che fa, Bono aveva risposto ironicamente a Fabio Fazio, dichiarando che “crescere a Dublino negli anni Settanta mi ha preparato ad affrontare le risse, sono allenato” specificando che “sa quando abbiamo iniziato a suonare il nostro desiderio è sempre stato uno: far arrivare a più persone possibili la nostra musica “.

photo credit: Daniele Dalledonne via photopin cc