Brutto periodo per I Tre di Denari che, dopo essere stati eliminati a “Reazione a Catena”, hanno preso un’altra batosta pagando a caro prezzo il loro ritorno alla trasmissione condotta da Amadeus. Gli ex super campioni, infatti, sono stati licenziati a lavoro: a lanciare l’indiscrezione è il settimanale “Oggi” da domani in edicola.

Tre di Denari super campioni di Reazione a Catena

“Il capo dell’azienda nella quale lavoriamo ha deciso di licenziarci e la lettera è appena arrivata. L’anno scorso ci aveva dato il permesso di partecipare al programma, forse pensando che sarebbe stata un’assenza di pochi giorni. Poi però noi abbiamo vinto parecchio e quindi l’assenza si è prolungata. Così, quando siamo tornati, ci ha detto chiaro e tondo: ‘Non chiedetemi mai più niente di simile’” hanno raccontato.

“Quest’anno, quando abbiamo chiesto il permesso di partecipare alla nuova stagione di Reazione a catena, il titolare ci ha detto subito di no, e ci ha un congedato con un sinistro: ‘Pensateci bene perché, se decidete di andare in tv, ci saranno delle conseguenze’. Noi ne abbiamo parlato con le nostre compagne e abbiamo deciso di partecipare al quiz di Amadeus e così siamo stati licenziati” hanno aggiunto. Insomma, i Tre di Denari sapevano bene che avrebbero potuto rischiare il posto di lavoro. E, infatti, è andata proprio così.

Tre di Denari apriranno un pub

I tre ragazzi, adesso, si dicono pronti a ricominciare: “Con i soldi che abbiamo vinto stiamo pensando di aprire un pub e chiamarlo proprio ‘Tre di denari’”.