Mentre si chiude il Festival del Cinema di Venezia e si svolge quello di Milano in Italia, anche dall’atra parte dell’oceano la settima arte la fa da padrone.

In Canada ha preso il via la rassegna che si concluderà domenica 18 e che assegnerà i vari riconoscimenti del pubblico (il festival infatti è una manifestazione non competitiva).

Il Toronto film festival apre con il documentario di Davis Guggenheim intitolato “From the Sky Down” e dedicato alla band degli U2, seguito dal gala del nuovo film “Moneyball” con un maturo Brad Pitt  , il Festival ha un cartellone mastodontico di oltre 360 titoli da tutto il mondo, che stanno portando nella città dell’ Ontario attori e registi come Nicole Kidman, Robert De Niro, Anthony Hopkins, Rachel Weisz, Francis Ford Coppola, Luc Besson, Wim Wenders, Fred Schepisi, Cameron Crowe.

Nell’edizione appena apertasi è molto influente la presenza degli italiani in gara: basti pensare che sarà presentato in anteprima mondiale il film di Gianni Amelio “Le premier homme” tratto dal romanzo del filosofo francese Albert Camus.

Il cartellone è costellato poi di altri appuntamenti tutti italiani: da “Terraferma” di Emanuele Crialese, ad “Habemus Papam” di Nanni Moretti, “Il villaggio di cartone” di Ermanno Olmi, appena reduce della partecipazione alla kermesse lagunare, “Isole” di Stefano Chiantini (in prima mondiale nella sezione Contemporary World Cinema), “Giochi d’ estate” di Rolando Colla, prescelto infine per la sezione Discovery.