Ci siamo: lunedì 25 settembre parte una nuova stagione di Striscia la Notizia, sempre su Canale 5 alle ore 20.35. Quest’anno l’amato tg satirico, che sarà La voce dell’intraprendenza, compie i suoi primi trent’anni e per l’occasione ha dato vita a una particolare iniziativa con Creative Cities Network dell’UNESCO, con la quale si realizzerà a Parma un’area creativa con l’intenzione di valorizzare la qualità del saper fare degli artigiani dell’alimentazione.

Antonio Ricci, padre di Striscia, ne va molto fiero ed è pronto ad affrontare questa stagione con la sua consueta grinta. “I nostri inviati sono pronti e non mancherà il mitico Dario Ballantini, che ha in serbo per voi l’imitazione del Ministro Valeria Fedeli. Sergio Friscia tornerà nei panni di Beppe Grillo e Valeria Graci in quelli della madre di Virginia Raggi. C’è poi una nuova sigla per il Gabibbo, stavolta dedicata a una nuova figura professionale, ovvero quella dell’influencer. A tal proposito vorrei ricordare con affetto Gero Caldarelli, che ci ha lasciato da poco e che per anni è stato dentro il Gabibbo. Io ed Ezio (Greggio) lo conoscevamo dai tempi del Drive In e ci mancherà”.

A inaugurare la stagione, dietro il bancone, sarà proprio Greggio insieme al suo compagno di sempre, ovvero Enzo Iacchetti. “Per noi è un piacere aprire questa trentesima edizione. Io ed Enzo viaggiamo spesso all’estero, ma fino ad ora non abbiamo visto trasmissioni come Striscia. E in più bisogna ammettere che ha un pubblico unico” – dice Ezio.
La coppia rimarrà fino al 2 dicembre, poi dal 4 Ezio avrà al suo fianco Michelle Hunziker fino al 6 gennaio. Dall’8 gennaio al 3 febbraio Michelle sarà affiancata da Gerry Scotti e poi, dal 5 febbraio al 9 giugno, torneranno come di consueto Ficarra e Picone.
“Abbiamo fortemente voluto Gerry, perché lui è una vecchia conoscenza di Striscia, l’ha già condotta in diverse occasioni e lo consideriamo un caro amico, che c’è sempre stato quando avevamo bisogno” – spiega Ricci.
Ci sono poi due nuove veline, selezionate tra oltre 300 ballerine professioniste: Shaila Gatta e Mikaela Neaze Silva. Quest’ultima è stata purtroppo investita da una serie polemiche pseudo-razziste in quanto, nonostante viva in Italia dall’età di sei anni, ha il padre originario dell’Angola e la madre afghana. Su questo fronte Ricci preferisce, piuttosto che esprimersi, giocare con le ragazze per sdrammatizzare.

Non può invece fare a meno di rispondere a chi gli chiede di Flavio Insinna che, dopo essere stato demolito dai fuori onda da loro mostrati, è andato a lavorare come inviato a Carta Bianca, la trasmissione giornalistica di Bianca Berlinguer: “Ho visto due linguaggio che non possono stare bene insieme: lo stile algido e rigoroso di lei e la tendenza ad esondare di lui. Però si sa: nella vita ognuno può fare ciò che vuole”. E continua: “Tengo comunque a precisare che quello mandato in onda non era uno sfogo verso qualcosa che non funzionava, ma il suo riprendere i responsabili del programma perché una concorrente invece di continuare con il gioco si era accontentata e così ha svelato la loro strategia di tenere fino all’ultimo i pacchi con i ricchi premi per tenere alto l’audience. Peccato che alla fine abbiamo comunque vinto sempre noi”.